A- A+
Sport
Cellino

"Il Cagliari finira' il campionato a Trieste". Lo ha assicurato ai microfoni della Rai il direttore generale della societa' rossoblu Francesco Marrocu. In una intervista nel Tg Regione delle 14, il dirigente afferma che la societa' "non intende presentare alcun progetto" perche' le richieste che vengono fatte "non sono accettabili". Marrocu si riferisce alla soluzione prospettata dall'ex prefetto Achille Serra, incaricato della Lega Calcio per la sicurezza e l'agibilita' degli impianti, di presentare un piccolo progetto per consentire l'ingresso solo ai 4.800 abbonati. Nel corso del servizio, che anticipa uno piu' ampio sulla vicenda dello stadio di Is Arenas che verra' messo in onda domani sulle frequenze di Rai 3 nella rubrica "Il Settimanale", e' stato intervistato anche il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Il primo cittadino, nel ribadire che e' stato il Cagliari ad abbandonare il "Sant'Elia", si dichiara disposto a trovare una soluzione per riaprire lo stadio cagliaritano ma attende una proposta della societa' rossoblu. Lo speciale della Rai regionale ricostruisce "l'anno di passione" della squadra da quando e' stato realizzato l'impianto di Is Arenas a oggi.

Tags:
cagliariis arens
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.