A- A+
Sport
Calciomercato e processo plusvalenze: le incognite sulla serie A che riparte

Inter-Napoli: sfida già decisiva per la vetta della classifica
 

Inter-Napoli è il match-clou del campionato di calcio di serie A, che ritorna dopo la lunga sosta dovuta al mondiale di Qatar 2022. Uno scontro al vertice tra i partenopei di Luciano Spalletti, favoriti per la conquista dello scudetto, e i nerazzurri di Simone Inzaghi, che nella sua difficile rincorsa alla vetta (-11 punti) deve preoccuparsi anche delle voci di calciomercato. Sono sempre più forti le sirene del PSG per Milan Skriniar, il cui contratto scadrà a giugno. L'Inter ha chiesto al giocatore una risposta entro fine gennaio al forte difensore, al quale ha offerto un rinnovo da 6 milioni di euro (6,5 coi bonus), finora non bastato per sciogliere le riserve. 

 

 

Juventus: offerta per blindare Rabiot, ma il processo incombe

Entro il 20 si aspetta invece la decisione di Stefan De Vrji, al quale è stato proposto un biennale. C'è meno ansia sugli altri giocatori in scadenza (Dzeko, D'Ambrosio, Gagliardini e Handanovic): la politica societaria è di non fare follie per gli over 30, offrendo al massimo un rinnovo di un anno. Nel caso di Handanovic, oltre a Onana, l'alternativa a Yann Sommer del Borussia Monchengladbach, un parametro zero corteggiato tuttavia anche dal Bayern Monaco.

Anche la Juventus pianifica il futuro dei suoi gioielli. McKennie ha rifiutato il Bournemouth perché aspetta una chiamata dal Borussia Dortmund, ma il club bianconero vuole almeno 30 milioni di euro. E' invece considerato incedibile Rabiot, protagonista di un ottimo mondiale, al quale è stato proposto un contratto da 7 milioni netti (più bonus) per evitare di perderlo a parametro zero a fine stagione. Il campione del mondo Angel Di Maria invece salta la partita contro la Cremonese: dopo aver incantato con le sue giocate in Qatar, è tornato a Torino infortunato, allungando l'incubo dei tifosi bianconeri che ancora aspettano di vederlo al meglio con la propria squadra di club.

Ma la principale preoccupazione per il nuovo CdA juventino, che si insedia il prossimo 18 gennaio, non riguarda le vicende di campo. Due giorni dopo, il 20, la giustizia sportiva deciderà in merito alla possibile riapertura del caso plusvalenze, alla luce dei nuovi elementi emersi dalle indagini. Un problema che non riguarda “solo” la Juve, essendo in discussione anche i rapporti con diverse anche società italiane (come Atalanta e Sassuolo) e straniere (Tottenham). E questa solo una parte della questione, perchè i maggiori pericoli vengono dall'iter penale, sul quale al momento non è possibile azzardare una tempistica. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
calciomercatointerjuventusnapoli




in evidenza
Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

Guarda la gallery

Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni


in vetrina
Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi

Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi


motori
McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.