A- A+
Sport
Calcioscomesse, chiesta penalizzazione al Genoa. Lazio e Mauri salvi

Stefano Palazzi ha deciso: dopo aver studiato l’interrogatorio di Ilievsky (personaggio chiave nell’inchiesta di Cremona) ha optato per un nuovo deferimento bis per alcuni degli incolpati nelle due partite Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 e Lecce-Lazio del 22 maggio dello stesso anno.

Lecce e Genoa si vedono mettere sul banco degli imputati, non la Lazio. Nel documento, un “ricorso per revocazione” in base all’articolo 39 del Codice di Giustizia Sportiva, che consente di tornare su situazioni già giudicate in precedenza di elementi nuovi – l’interrogatorio di Ilievsky è del 27 aprile del 2015 – il procuratore federale porta a processo nuovamente alcuni giocatori del Lecce e del Genoa, nonché le due società per responsabilità oggettiva. Ci sono già anche le richieste di pena. Tre punti per responsabilità oggettiva per i due club, tre anni e mezzo per i quattro giocatori coinvolti nell’illecito: Omar Milanetto (Genoa), Stefano Ferrario, Massimiliano Benassi e Antonio Rosati.

"Ovviamente non posso che essere contento, ma non avevo dubbi su questo esito", ha detto Matteo Melandri, avvocato di Stefano Mauri, commentando il fatto che la Procura Figc non impugnerà la sentenza del calcioscommesse nei confronti della Lazio e dell'ex capitano biancoceleste sulla base dei nuovi atti dell'inchiesta di Cremona.

Ora il centrocampista pensa a trovarsi una squadra dopo l'addio alla Lazio: "Ci sono diverse soluzioni - spiega Melandri - e questa questione aiuta. Spero che consenta a lui e agli altri di scegliere in modo più tranquillo".

Tags:
calcioscommessepenalizzazionegenoalaziomauri
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.