A- A+
Sport
medium 120528 193227 bast280512spo 2013

L'urna di Nyon ha detto Bayern Monaco, ma se ne riparlerà ad aprile. Piuttosto Antonio Cotne ragiona sul lungo periodo e lancia un messaggio fortissimo alla società: ''La Champions? Dobbiamo lavorare sodo e investire un po' di soldi''. Parole decise, da parte di un allenatore che ha ricevuto segnali da top club di livello europeo come il Chelsea. Di sicuro, il tecnico salentino è convinto che per competere con le migliori serve ancora qualcosa. ''Siamo ancora due o tre livelli sotto le grandi. Abbiamo voglia e orgoglio di continuare questo sogno, ma lo facciamo in maniera serena''.

Ora comunque testa ai rossoblu' di Pioli. "Affrontiamo una partita contro una squadra che penso in questo momento sia la piu' in forma del campionato - sottolinea Conte -. Viene da tre vittorie, stanno molto bene e vorranno fare l'impresa. Sono tutti giocatori che stanno bene, si sono ritrovati dopo un periodo di difficolta' e adesso stanno viaggiando spediti. Riconfermarci domani a Bologna vorra' dire mandare un messaggio importante al campionato. Le antenne dovranno essere per forza dritte". Un commento anche sulla voglia di Nedved di riportare Ibra a Torino, parte della tifoseria, pero', non e' d'accordo. "In settimana ho letto un pochettino questo discorso, ma e' un discorso che non mi appartiene. In questo momento e' negativo per l'ambiente, in primis per i calciatori che stanno dando tutto e piu' di tutto per questa maglia".

La stanchezza di Pirlo, apparso molto opaco contro il Catania? Si è visto il regista bianconero sbagliare qualche passaggio di troppo: "Era dettato dalla difficoltà della partita, perchè poi si è instaurato nella testa dei calciatori un processo molto semplice, quello di vedere sul tabellone che chi inseguiva perdeva e quindi c'era da parte nostra la voglia assoluta di vincere, contro una squadra che era venuta in maniera molto molto organizzata a livello difensivo". E sottolinea i meriti dei suoi: "Non dimentichiamo che il Catania lo abbiamo costretto a difendere in undici nella propria metà campo, tutti quanti sotto la linea della palla, e per noi è stato difficile il gol". In più... "se Vucinic sul palo avesse fatto gol, probabilmente sarebbe stata un'altra partita molto più aperta, con due squadre che avrebbero giocato in maniera più sfrontata".

Sul Milan uscito con le ossa rotte dal Camp Nou: "Sinceramente mi è dispiaciuto che non sia passato". E parla ai giornalisti: "All'andata avete esaltato la predisposizione tattica, come il Milan ha affrontato il Barcellona, perchè aveva vinto 2-0 e c'era stata un'esaltazione del calcio in generale in Italia, dei tecnici e di come si affrontano le partite. Dopo 15 giorni, il Milan affronta la partita nella stessa identica maniera e incontra un fenomeno come Messi che fa il primo gol veramente da fenomeno, perchè in mezzo metro quadro si gira in una frazione di secondo e la mette nel sette. E sento dire che è 'tutto sbagliato al ritorno da parte di Allegri e del Milan'...". Invece... "non c'era grandissima differenza tra l'andata ed il ritorno, l'atteggiamento era stato  quello dell'andata, solo che al ritorno i campioni, forse punzecchiati anche dalla critica, dal fatto di aver detto troppo velocemente... perchè a livello mediatico, giornalistico,  si fa presto a fare i funerali e fare le esaltazioni. Si è fatto il funerale del Barcellona, che Messi non aveva mai segnato su azione contro le squadre italiane, che Iniesta era alla frutta, Xavi pure..."

PROBABILE JUVE, COL BOLOGNA TITOLARI PELUSO, MATRI E QUAGLIARELLA - La difesa dovrebbe essere quella titolare, mentre a centrocampo potrebbe essere Peluso il maggior candidato a giocare sulla sinistra. I dubbi maggiori sono in avanti con la coppia Matri-Quagliarella piu' incline ad attaccare gli spazi (Conte si attende una gara giocata a viso aperto) rispetto a Vucinic e Giovinco. Probabile formazione (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Peluso; Matri, Quagliarella.

Tags:
contejuvecalciomercatochampions

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.