A- A+
Sport
Cosa rischia la Juventus per l'inchiesta plusvalenze a livello sportivo
(Lapresse)

Juventus: atti procura Torino all'esame della Figc

Gli atti sul caso delle plusvalenze della Juventus sono in Procura Federale della Figc. Le carte, a quanto si apprende, sono arrivate e sono ora sottoposte ad analisi da parte dell’organismo competente. 

Ammenda, punti di penalizzazione o nulla? Ecco cosa rischia la Juventus sul piano sportivo

Si valuterà se potrebbero emergere o meno elementi nuovi per la riapertura di un fascicolo sulle plusvalenze dopo la sentenza sportiva che ha già assolto il club bianconero. Secondo quanto spiega il sito della Gazzetta, intanto "il procuratore capo Giuseppe Chiné deve ora analizzarli, pagina dopo pagina, per capire due cose fondamentali: se ci siano gli estremi per la "procedura per revocazione" della sentenza che in Corte federale d'Appello aveva assolto gli undici club e i 59 dirigenti sotto accusa per il caso plusvalenze, tra cui gli juventini, e quelli per l'apertura di un nuovo fascicolo sulla questione delle scritture private tra club e giocatori".

Detto questo, a livello teorico, le sanzioni sulle violazioni in materia gestionale ed economica, e dunque sull'illecito amministrativo, sono regolate dall'articolo 31 del codice di giustizia sportiva. Secondo quanto spiega la Gazzetta il regolamento prevede che se "la falsificazione dei propri documenti contabili o amministrativi ovvero qualsiasi altra attività illecita o elusiva" (dalle plusvalenze agli stipendi) consente di ottenere l'iscrizione al campionato, la sanzione è pesante. Al comma 2 si legge che le sanzioni vanno dalla "penalizzazione di uno o più punti in classifica" alla "retrocessione all'ultimo posto in classifica del campionato di competenza e dunque il passaggio alla categoria inferiore", fino all'esclusione dal campionato con assegnazione da parte del Consiglio federale ad uno dei campionati di categoria inferiore. Se la variazione in bilancio non è determinante per l'iscrizione al campionato, "le sanzioni (comma 1) si limiterebbero a una multa salata e all'inibizione dei dirigenti coinvolti, dunque senza punti di penalizzazione, come chiesto da Chiné già in primo grado".

Juventus: analisti, non si può escludere nuovo aumento capitale

Exor, socio di maggioranza della Juventus con il 63,7% del capitale, potrebbe mettere di nuovo mano al portafoglio ed essere chiamato a sottoscrivere un nuovo aumento di capitale del club dopo quelli portati a termine nel 2021 e nel 2020, pari rispettivamente a 400 e 300 milioni di euro. Lo sostengono gli analisti di Equita all'indomani delle dimissioni in blocco del cda dei bianconeri. Il nuovo board verrà nominato nell'assemblea del 18 gennaio 2023. Per Exor la partecipazione del 63,8% nella Juventus ai prezzi di mercato vale solo il 2% del Nav, ma,  come già segnalato da Equita, negli ultimi 4 anni ha richiesto l'iniezione di risorse pro-quota per 450 milioni per coprire le perdite, uno dei motivi (sebbene non il principale) che, secondo gli analisti, spiega l'elevato sconto sul Nav cui tratta Exor da inizio anno (>40%). "Nel progetto di bilancio di giugno l'equity era sceso a 169 milioni (dopo perdite per 254 milioni) e riteniamo che un ulteriore aumento di capitale non possa esser escluso", precisano gli esperti di Equita.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cosa rischia la juventuscosa rischia la juventus a livello sportivojuvejuventus




in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.