A- A+
Sport
Ferrari, Leclerc si sfoga dopo Silverstone: "Incubo, gara buttata nel cesso"
Charles Leclerc (foto Lapresse)

Ferrari, Leclerc si sfoga dopo Silverstone: "E' un incubo, gara buttata nel cesso"

"È un incubo da tre o quattro gare ormai. Dobbiamo uscire da questa situazione", le parole di Charles Leclerc dopo il Gran Premio della Gran Bretagna, che ha chiuso in 14esima posizione. La gara è stata vinta da un fantastico Lewis Hamilton tornato al successo nel suo Gp di casa (nono successo in questa gara) davanti alla Red Bull di Max Verstappen (leader incontrasto del Mondiale di F1 con 255 punti) protagonista di una gara pazzesca che lo ha portato a insidiare il trionfo del pilota Mercedes. Terzo posto per la McLaren di Lando Norris. Poi l'altra McLaren di Oscar Piastri e quinto posto per la Ferrari di Carlos Sainz (spagnolo autore del giro veloce).

Tornando a Leclerc - che vede Norris allungare al secondo posto (170 contro 151 punti) e Carlos Sainz avvicinarsi (a 146) - il francese racconta la sua delusione: "Con la squadra non ci siamo trovati sul timing del pit stop, la strategia aggressiva non ha funzionato e sono dovuto rientrare. Abbiamo buttato la gara nel cesso. Forse avremmo potuto prendere decisioni migliori", ha spiegato il pilota francese.

"Ho fatto una bella partenza, poi ho avuto la sensazione che stesse piovendo in curva quindici e ho chiamato il pit stop per le gomme intermedie. Purtroppo la pioggia è arrivata effettivamente otto giri dopo e questo ci ha distrutti", l'analisi di Charles Leclerc. Che aggiunge: "Siamo una delle poche macchine che ha buttato via la gara. Adesso analizzeremo tutto e capiremo se si sarebbe potuto fare qualcosa di più".

Ferrari, Carlos Sainz: "Bene a livello di strategia"

Più soddisfatto Carlos Sainz: "Ho provato a lottare con Piastri ma non è andata bene. Da lì in poi però è stata una delle mie migliori gare con la Ferrari. Abbiamo fatto tutto bene a livello di strategia. Ci è semplicemente mancata la performance. Sul bagnato ho preso Verstappen ma non avevo il passo per superarlo. Abbiamo capito dove sbagliamo: ora ci serve un po' di tempo in galleria del vento e casa per sistemare il pacchetto di novità che avevamo portato qui e che ci può fare performance".

Ferrari, l'analisi di Vasseur sulla strategia di Leclerc e di Sainz

Della strategia di gara ha parlato il  Team Principal Frederic Vasseur: "È facile dire a fine gara quale fosse la strategia giusta. Abbiamo dato le stesse informazioni ad entrambi i piloti ma loro si trovavano in situazioni diverse. Sainz stava "copiando" Verstappen, Leclerc era più lontano, dietro a Stroll. Quindi per Charles abbiamo puntato su una strategia più aggressiva, peraltro da lui condivisa. Poteva funzionare, ma è andata diversamente. È stata una questione di circostanze sfavorevoli. Ci è costata molto cara la giornata di venerdì. Se fossimi partiti più avanti, con due macchine nel gruppo di testa, non avremmo dovuto rischiare così tanto. Sainz è stato più conservativo all'inizio dei vari stint, andando poi in progressione. Avremmo potuto chiamarlo ai box un giro prima in occasione del suo secondo pit stop, ma Carlos ha comunque fatto una bella gara".





Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.