A- A+
Sport
Figc, norma anti-Superlega e rilancio sui playoff in serie A
LaPresse
Advertisement

Figc, norma anti-Superlega: chi aderisce è fuori dalla serie A

Consiglio federale Figc: varata la norma anti Superlega. Chi vuole disputare il campionato si impegna a non partecipare a competizioni extra Fifa, Uefa e Figc - "Chi ritiene di dover partecipare a una competizione non autorizzata da Figc, Uefa e Fifa, perde l'affiliazione". Lo ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, parlando della Superlega dopo il consiglio federale odierno, durante il quale e' stata approvata la norma che impedisce l'iscrizione ai campionati nazionali per i club partecipanti a competizioni organizzate da organismi privati non riconosciuti da Fifa e Uefa. "Al momento non abbiamo notizie di chi e' rimasto e chi e' uscito. Questa norma - ha chiarito il n.1 della Figc in conferenza stampa post consiglio federale - si riferisce alle licenze nazionali. E' evidente che se al 28 giugno, data di scadenza delle domande di iscrizione, qualcuno dovesse voler partecipare a competizioni di natura privatistica, non prendera' parte al nostro campionato". Gravina ha poi aggiunto che "chi ha interpretato la Superlega come un atto di debolezza da parte di alcune societa' che vivono un momento di difficolta' economica e insurrezione nel sistema CALCIO, sbaglia. Sicuramente - ha concluso - e' un tema delicato da approfondire".

Consiglio Figc. Gravina: 'Chiesto che i club non spendano più dell'80% dei ricavi'

"Ho chiesto che per la stagione 2021-2022 le società non superino con le spese l'80% dei ricavi. Chi vorrà spendere di pù dovrà mettere una garanzia fidejussoria. Così eviteremo alternative fantasiose che possano turbare gli equilibri", le parole del presidente Figc, Gabriele Gravina.

Figc, Gravina: "Premier League pensa a playoff, per noi stimolo"

"Il format deve tenere conto della riduzione delle squadre, mi spiace solo di non aver centrato i tempi giusti. Non e' un mistero la mia idea su playoff e playout, ora che ci sta pensando anche la Premier e' diventata di moda". Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, riguardo al tema della riforma generale del sistema dei campionati. "Nessuno e' profeta in patria, ma spero serva da stimolo - ha sottolineato il presidente della Figc a margine del consiglio odierno - per le riflessioni nel nostro mondo. Sono favorevolissimo nella parte di playoff e playout, ma sono temi sui quali ci confronteremo nell'ambito di riforma generale", ha concluso Gravina.

Juventus-Atalanta con il pubblico? Gravina (Figc): "Chiesto pubblico per finale di Coppa Italia"

"Abbiamo presentato una richiesta alla sottosegretaria allo sport Vezzali, insieme alla Lega Serie A, per far accedere una parte di pubblico negli eventi importanti del mese di maggio come la finale di Coppa Italia", ha spiegato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine del consiglio federale che si e' svolto questa mattina in via Allegri. La partita che mette il palio il trofeo si disputera' mercoledi' 19 maggio a Reggio Emilia.

GRAVINA, 'CONSIGLIO FIGC HA DELIBERATO DI VIETARE LE PROPRIETA' PLURIME'

Il Consiglio della Figc ha approvato le modifiche alla disciplina relativa alle acquisizioni nelle partecipazioni di società professionistiche. Tali modifiche sono ispirate all'esigenze di maggiore celerità negli adempimenti e ad un sistema ben definito di precetti e sanzioni. Su proposta del presidente federale, il Consiglio ha deliberato di vietare le plurime partecipazioni di controllo da parte di un medesimo soggetto in ambito professionistico, anche nell'ipotesi in cui una società dilettantistica, controllata da un soggetto impegnato come socio di controllo nel professionismo, salga in Serie C. "Abbiamo voluto una modifica regolamentare importante, non sarà più consentita la multiproprietà nel mondo del CALCIO, nello mondo professionistico o nel mondo dilettantistico, salvaguardando i diritti già acquisiti", ha spiegato Gravina in conferenza. 

GRAVINA (FIGC), 'MAROTTA FUORI DA CONSIGLIO? E' DI COMPETENZA LEGA A'

"Marotta è stato votato ed è consigliere federale. Qui c'è da fare una considerazione di tipo personale in collegamento alla Lega che lo ha votato. Quindi è qualcosa che è nell'ambito della competenza dei rapporti con la Lega di A". Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, al termine del Consiglio federale. "Capisco e condivido quello che dice Marotta ma c'è un passaggio da considerare, non possiamo pensare alla riforma essendo spettatori, riguarda ciascuno di noi e tutte le componenti devo pensare di dover fare qualche rinuncia, tutti dobbiamo dare nostro contributo e rinunciare a qualcosa", ha aggiunto Gravina. 

Commenti
    Tags:
    superlegasuperlega serie anorma superlegafigc superlega
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    Il suo "The Essential" in esclusiva su Spotify

    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    i più visti
    in vetrina
    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"

    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.