A- A+
Sport

Marotta: "Crisi? No solo stanchezza psicologica" - "Sapevamo che saremmo andati incontro a un anno difficile il valore degli avversari e' diverso e noi paghiamo il fatto di aver fatto la lepre per due anni. Ma tutto e' ancora in gioco, questa sconfitta non deve far finire sul banco degli imputati il nostro allenatore o i giocatori. Noi siamo contenti del lavoro di Conte che e' un vincente, cosi' come i nostri calciatori. E' un momento di appannamento, non di crisi ma di stanchezza psicologica. Abbiamo un gruppo di giocatori, fra i 10 e i 14, che militano nelle rispettive nazionali e soprattutto gli italiani hanno avuto 200 giorni di ritiro durante l'anno. Dobbiamo migliorare l'aspetto mentale"

tevez modificato 21

Conte, "stavamo dominando, poi dieci minuti da incubo" - "La partita era praticamente chiusa, eravamo padroni in tutto e per tutto, anche nel secondo tempo, dove abbiamo creato due grandi occasioni, con Asamoah e Marchisio. Poi e' successo qualcosa di imponderabile e strano, abbiamo perso una partita che dominavamo in lungo e in largo". Sono stati "dieci minuti da incubo". Il tecnico della Juventus, Antonio Conte, fatica a trovare una spiegazione razionale per analizzare la sconfitta per 4-2 con la Fiorentina, maturata nonostante il doppio vantaggio all'intervallo. "Avessi una spiegazione sarebbe semplice - spiega il mister bianconero a Sky - In dieci minuti abbiamo vanificato una partita che avevamo preparato nel migliore dei modi, abbiamo rimesso in carreggiata la Fiorentina prendendo gol strani. Sono stati dieci minuti da incubo, mi auguro che ci valga per l'esperienza: quest'anno sara' molto, molto dura, come sto ribadendo dall'inizio". La Juve ha sprecato tutto in un attimo: "Non sono andati questi dieci minuti, dove abbiamo fatto di tutto e di piu' per farci rimontare, mettendo in partita una Fiorentina che non c'era mai stata. L'anno scorso faticammo di piu', pareggiammo dopo una gara equilibrata, stavolta fino al 70' non c'era partita, potevamo fare il terzo e quarto gol, ma questo e' il calcio che deve farci capire che non c'e' niente di scontato".

Per Conte non ha influito, dopo lo 0-2, il pensiero all'imminente sfida di Champions League con il Real Madrid: "Non puo' essere cosi', era una partita importante contro un avversario importante e in un ambiente caldo. Posso capire che non entri in partita dall'inizio ma stavamo dominando, quest'anno diverse volte abbiamo preso gol rocamboleschi. Bisogna lavorare e tanto".

Difesa bianconera mai così male da vent'anni - La Juventus non subiva 10 gol nelle prime otto giornate dal 1992-93. Quell’anno chiuse il campionato al quarto posto con 47 reti al passivo. Sotto la gestione Conte, la retroguardia era sempre stata un bunker: 20 reti in tutto il primo anno (+13 sul Milan, seconda miglior difesa), 24 lo scorso (+12 sul Napoli). Quest'anno la porta di Buffon è rimasta inviolata solo nel derby vinto per 1-0 con il Torino. Nelle altre sette partite ha sempre subito almeno un gol.

A. Della Valle, "mitragliate Juve ci hanno portato bene" -  "Questa vittoria la gente la aspettava da 15 anni: e' la vittoria di Firenze, del cuore di questi ragazzi. Rimarra' nella storia, contro una delle Juventus piu' forti di quest'anno. Giuseppe Rossi forse era una scommessa per gli altri, perche' noi ci abbiamo sempre creduto in lui. Le esultanze di Tevez e Pogba? Evidentemente le 'mitragliate' degli avversari ci portano bene". Lo ha detto il patron della Fiorentina, Andrea Della Valle, nel corso del programma 'Serie A Live' su Premium Calcio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
juvecontemontella
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.