A- A+
Sport
Inter frenata dallo Spezia. Raspadori abbatte il Milan. Juve, 3 punti d'oro
Antonio Conte (Lapresse)

Inter frenata da un ottimo Spezia, solo 1-1 al Picco

L’Inter non sfonda in casa dello Spezia ed è costretta al secondo pareggio di fila dopo quello con il Napoli. 1-1 il finale al Picco con le reti di Farias e Perisic: i nerazzurri guadagnano 1 punto in vetta salendo a +10 rispetto al Milan e avvicinandosi sempre di più alla conquista dello scudetto. L’equilibrio al Picco dura una dozzina di minuti, fin quando Farias piazza la zampata giusta per portare avanti i padroni di casa, mettendo subito in salita la gara dei nerazzurri. L’Inter però non ci sta e dopo tanti sforzi e qualche potenziale occasione creata, trova il pareggio al 39’ grazie al sigillo sotto porta di Perisic. Ad inizio ripresa la squadra di Conte sfiora il raddoppio con Lautaro, che calcia e trova la deviazione di Provedel salvato anche dal palo, poi Lukaku fallisce incredibilmente a tu per tu con lo stesso portiere bianconero. Nel finale l’Inter spinge a caccia dei 3 punti, ma riesce solamente ad assaporare il gusto della vittoria dopo i due gol annullati a Lukaku e Lautaro per fuorigioco. 

Juventus-Parma 3-1, segnano Sandro e de Ligt

La Juventus guadagna tre punti contro il Parma nel tentativo di lasciarsi alle spalle le polemiche seguite all'operazione della Super League. All'Allianz Stadium di Torino finisce 3 a 1 con doppietta di Alex Sandro e una rete di de Ligt, mentre per il Parma ha segnato Gastón Brugman.Brutta sconfitta per i ducali che subiscono una rimonta dopo essere andati in vantaggio al 24' con una punizione di Brugman e finiscono la partita a 20 punti in campionato in zona retrocessione.    Il pareggio della Juve arriva solo al 43' con un azione partita da calcio d'angolo e finita con la rete di Sandro.Per il brasiliano arriva anche il gol del vantaggio alla ripresa del secondo tempo con una rete  su colpo di testa.Il 3 a 1 degli uomini di Pirlo arriva al 68' con Matthijs de Ligt, grazie a un calcio d'angolo battuto da Cuadrado. 

Milan-Sassuolo 1-2, Raspadori e De Zerbi danno un dolore al Diavolo

Dopo la sconfitta (virtuale) per il progetto della Super League, il Milan subisce anche quella ben più dolorosa sul campo, superata 2-1 in casa dal Sassuolo caricato dalle parole al veleno della vigilia di mister De Zerbi contro il progetto Superlega. Pioli deve rinunciare nuovamente a Ibrahimovic, oltre che agli acciaccati Bennacer e Theo Hernandez ma recupera Calabria e Calhanoglu. È proprio quest'ultimo ripaga la fiducia segnando il gol che decide il primo temo: il turco servito dentro l'area di sinistra, si accentra e fa partire un destro millimetrico a giro che si infila tra Consigli e il secondo palo. Nella ripresa De Zerbi decide al 66' di cambiare tutto: fuori Djuricic, Muldur e Defrel, dentro Traorè, Toljan e Raspadori. Proprio il nuovo entrato diventa il protagonista della serata e il killer del Diavolo: al 77' l'attaccante azzurro passa in area sulla destra a Toljan che calcia trovando la deviazione di Dalot. Sul pallone vagante al limite dell'area piccola Raspadori è il più lesto e infila Donnarumma per l'1-1. Passano meno di 10 minuto e all'84' ancora il 21enne emiliano servito da Berardi agli 11 metri fa fuori Tomori e con un tiro in diagonale di destro prende il palo interno ed entra in rete. Ora il Milan aspetta la Juventus (impegnata stasera col Parma) e soprattutto l'Atalanta che domani andrà all'Olimpico contro la Roma: il suo secondo posto è a rischio. E il Napoli, a 6 lunghezze, potrebbe entrare di nuovo in corsa per un posto in Champions. 

Commenti
    Tags:
    spezia interjuventus parma




    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.