A- A+
Sport
Juventus-Inter 3-2, Chiellini: "Non abbiamo rubato nulla, vittoria meritata"
(foto Lapresse)

JUVENTUS-INTER 3-2, CHIELLINI: "NON ABBIAMO RUBATO NULLA, VITTORIA MERITATA"

"E' stata una partita importante e difficile contro i piu' forti d'Italia. L'abbiamo affrontata bene, siamo stati squadra come spesso non ci e' riuscito durante l'anno: non abbiamo rubato niente e abbiamo meritato il risultato". Questo il commento di Giorgio Chiellini dopo il successo per 3-2 della Juventus allo Stadium contro l'Inter. "Nel primo quarto d'ora del secondo tempo siamo partiti male, nella sofferenza del finale abbiamo tirato fuori quell'orgoglio per la Champions. Non credo che avremmo meritato di qualificarci con due giornate di anticipo perche' abbiamo sbagliato tanto, ma ci proviamo fino alla fine - prosegue il difensore bianconero a Sky Sport -. Vediamo gli altri cosa fanno domani, mercoledi' abbiamo una coppa, i trofei sono sempre importanti, e domenica sera si faranno tutte le valutazioni del caso". Poi un bilancio sulla stagione su Pirlo: "Ci e' mancata continuita', abbiamo raggiunto al massimo tre vittorie di fila - sottolinea Chiellini - Con Pirlo il rapporto e' buono, nel rispetto dei ruoli. Non ci siamo mai permessi di entrare nelle scelte del mister e lo abbiamo sempre rispettato come allenatore, anche con un po' di distacco per chi era stato suo compagno di squadra. Abbiamo cercato di dare l'anima in tutto e per tutto, poi e' giusto che ci siano le gerarchie". Infine sul mancato 'pasillo' ai campioni d'Italia dell'Inter: "Abbiamo fatto i complimenti nel tunnel a tutti perche' se lo meritavano", conclude Chiellini.

Inter, Stellini: Episodi chiari ed evidenti, si commentano da soli

"La squadra in campo ha fatto quello che doveva, al di là degli episodi. A noi non spetta oggi venire qui e discutere, gli episodi sono talmente chiari ed evidenti che è inutile anche commentarli", ha spiegato Cristian Stellini, vice di Antonio Conte, ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta dell'Inter contro la Juventus. "A noi rimane la gioia per aver vinto lo scudetto, siamo venuti qui per vincere, ci abbiamo provato. Siamo contenti della prestazione, gli episodi si commentano da soli. Per noi era importante venire qui e portare in campo la nostra serenità e voglia di vincere. I ragazzi sono stati bravi, hanno giocato un'ottima gara. Poteva andare meglio". 

Juventus, super Cuadrado: 3-2 all'Inter e non molla la Champions

La Juventus batte 3-2 l'Inter e resta in corsa per un posto in Champions League. All'Allianz Stadium le due squadre danno vita a un derby d'Italia vibrante nel quale succede di tutto compresi tre rigori concessi e due espulsioni, con l'arbitro Calvarese protagonista discusso. Le reti dei bianconeri portano la firma di CR7 e Cuadrado, Mvp del match e autore di una doppietta, per i nerazzurri Lukaku e autogol di Chiellini. In classifica l'Inter, già campione d'Italia, è prima con 88 punti, mentre la Juventus sale a quota 75, agganciando il Milan e scavalcando momentaneamente il Napoli, impegnato domani a Firenze, al 4° posto. La prima occasione del match è dei padroni di casa all'11' con Skriniar che di testa salva sulla conclusione al volo di Kulusevski, servito alla perfezione da Chiesa ma poco convinto nel calciare in porta da posizione favorevole. Al 21' ancora Juve pericolosa, sinistro di Chiesa smorzato da Skriniar, si inserisce Kulusevski con un mancino ravvicinato: De Vrij lo mura in angolo. Sugli sviluppi del corner, fallo di Darmian su Chiellini e Calvarese, richiamato all'on field review dal Var, assegna il rigore. Handanovic respinge il tiro di CR7 dagli 11 metri ma il portoghese va a segno sul tap-in firmando il suo 29° gol in questa Serie A al 24'. Al 35' arriva il pari nerazzurro ancora grazie a un rigore assegnato per un fallo di De Ligt su Lautaro in area. Dagli 11 metri Lukaku spiazza Szczesny e riporta la partita in equilibrio segnando il suo primo gol alla Juventus. Al 43' gran destro di Chiesa, deviato in corner da un intervento di Skriniar, coraggioso a metterci la testa. Poco dopo ci prova Rabiot di testa ma Handanovic para in due tempi. Al terzo minuto di recupero gran destro dal limite dell'area di Cuadrado, su uno scarico di Kulusevski: il tiro del colombiano è deviato da Eriksen che beffa il proprio portiere per il 2-1.

Al 10' della ripresa la Juventus resta in dieci uomini. Azione di Lukaku interrotta da Bentancur: Calvarese in un primo momento lascia correre, poi estrae il giallo. Il centrocampista bianconero era già ammonito e viene espulso. Pirlo leva Kulusevski ed entra McKennie, mentre Conte sceglie Perisic al posto di Darmian. Cambia il tema tattico del match con i nerazzurri che prendono in mano la partita e la Juventus che si difende quasi al limite della sua area. Al 25' esce CR7 e Chiesa ed entrano Morata e Demiral. Alla mezz'ora grande salvataggio di De Ligt che si posiziona al centro dell'area piccola e anticipa Lautaro sull'assist dal fondo di Hakimi. Poco dopo assist di tacco di Lautaro per Perisic: il destro a giro del croato è potente ma impreciso e termina alto. Al 37' pericoloso Vecino, appena entrato per Bastoni, con un colpo di testa sul quale Szczesny si fa trovare pronto. Al 38' arriva il pari dell'Inter: su cross dalla sinistra di Barella, Chiellini si tocca il pallone nella propria porta in caduta dopo una presunta spinta di Lukaku. Calvarese prima annulla poi dopo aver rivisto l'azione convalida la rete perché il belga non commette irregolarità. A due minuti dalla fine i padroni di casa ritrovano il vantaggio con un rigore concesso per fallo di Perisic su Cuadrado. Proprio il colombiano si incarica del tiro spiazzando Handanovic per il 3-2 finale. Chiudono in dieci anche gli uomini di Conte per l'espulsione di Brozovic anche lui per un doppio giallo.

JUVENTUS, CUADRADO "RISULTATO OTTENUTO DA SQUADRA"

"E' stata una partita difficile contro un grandissimo avversario come l'Inter, in inferiorita' dovevamo sacrificarci da squadra e cosi' abbiamo fatto risultato". Queste le parole di Juan Cuadrado, protagonista nel rocambolesco 3-2 della Juventus contro l'Inter con una doppietta. Il secondo gol e' arrivato dal dischetto. "Ho tirato un paio di rigori in nazionale, non c'era Ronaldo - spiega a Sky Sport il colombiano - Oggi come lo scudetto di anni fa con Fiorentina-Napoli? Noi dovevamo fare il nostro, ora vedremo cosa accadra'".

Commenti
    Tags:
    juventus intercuadradojuventus inter 3-2juventusinter
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

    Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.