A- A+
Sport
Milan, Balotelli si prende il cartellino rosso: sospesa la patente

In attesa di correre veloce in campo, Mario Balotelli va forte al volante, troppo forte, tanto che gli agenti della polizia locale, come riporta il Giornale di Brescia, gli hanno sospeso la patente. E' accaduto all'inizio della scorsa settimana quando l'attaccante del Milan e' stato intercettato da una pattuglia a Mompiano, in provincia di Brescia, dove risiede.

Balotelli era reduce da un allenamento a Milanello e successiva uscita con gli amici di sempre. Il verbale della polizia locale e' stato trasmesso alla prefettura di Brescia che, in base ai chilometri superati rispetto ai limiti di velocita' previsti, ora dovra' sanzionare il calciatore con una multa prevista tra i 531 e i 3mila euro; oltre alla decurtazione tra i 6 e i 10 punti e la sospensione della patente fino a un anno.

Balotelli e' stato bloccato alla guida della sua Lamborghini che viaggiava a 90 chilometri all'ora, mentre nel tratto in cui e' stato fermato (via Branze) il limite impone di non superare i 50. "Mi dispiace, non me ne sono accorto", ha detto il calciatore, con un tono tranquillo e remissivo, agli agenti che lo hanno fermato.

Tags:
milanbalotellipatente

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.