A- A+
Sport
MotoGp, Rossi trionfa e Marquez cade. Vale: "Ha sbagliato lui"

Una rimonta incredibile, poi il sorpasso e il tentativo di risposta che ha mandato Marc Marquez, fino a quel punto dominante, al tappeto. Valentino Rossi infila alle Termas di Rio Hondo la seconda perla stagionale dopo Losail (vittoria numero 110 in carriera) e allunga in vetta alla classifica iridata. Una gara spettacolare, col 22enne di Cervera che parte dalla pole e scatta subito al comando mentre dietro si alternano nel ruolo di inseguitore i vari Lorenzo, Crutchlow e Dovizioso. Dietro, il Dottore parte maluccio, complice una 'carenata' di Iannone, ma quando comincia a spingere non ce n'e' per nessuno. Uno dopo l'altro tutti si arrendono a un indemoniato Rossi col solo Dovizioso che, a conferma dei grandi progressi della Ducati, cerca di non perdere troppo.

Davanti Marquez e' lontano a quasi cinque secondi ma giro dopo giro il centauro di Tavullia gli rosicchia decimi e a due tornate dalla fine e' a portata di sorpasso. Rossi non si lascia pregare e lo infila, lo spagnolo della Honda risponde, poi il nuovo sorpasso, Marquez non ci sta e finisce col toccare la Yamaha dell'avversario e perdere il controllo della sua moto. Il suo Gran Premio d'Argentina finisce li'. "Semplice incidente di gara" sentenziano i commissari, mentre Rossi va a festeggiare con la maglia di Maradona sul podio. "Sapevo di potere fare bene e sono partito fortissimo - racconta entusiasta Vale - Ero sicuro che nella seconda parte di gara Marc avrebbe fatto fatica e dovevo provarci. E vedere Marquez li', in Argentina, che lo vai a prendere, e' una sensazione che ti da' gusto. Mi spiace che sia caduto, sarebbe stata una bella lotta ma penso che abbia sbagliato lui". Tre gare, due vittorie e un podio il bilancio di Rossi che consolida il primo posto nel Mondiale (66 punti): "ci sono buone possibilita' che possiamo lottare per il campionato".

Come a Losail e Austin, chiude al secondo posto Dovizioso, che pero' ha di che guardare davanti con ottimismo ("tre piste diverse e sempre la' davanti: c'e' molta sostanza e possiamo solo migliorare") e per un soffio non finisce come in Qatar, con un'altra tripletta italiana. 'Colpa' di Cal Crutchlow, che all'ultima curva beffa l'altra Ducati di Iannone, comunque terzo nella classifica iridata (40 pt) dietro Dovizioso (60 pt). Quinto Jorge Lorenzo, che prende oltre 10" dal compagno di squadra e conferma suo malgrado le difficolta' di questo avvio di stagione, buon 11esimo posto per Petrucci, fuori dai punti le Aprilia di Bautista e Melandri.

Stesso podio di Austin ma posizioni invertite in Moto2, dove Johann Zarco centra il primo successo in carriera (il secondo di sempre dopo quello in Giappone nell'ottobre 2011 nell'allora 125) e balza in testa alla classifica iridata. Il francese precede Rins e Lowes, ottimo quinto posto per Franco Morbidelli - stesso piazzamento degli altri due Gp - mentre Lorenzo Baldassarri e' ottavo. Corsi fuori al secondo giro, altra gara amara per Rabat che, scattato dalla seconda posizione, va largo dopo poche curve alla fine non riesce a fare meglio del 12esimo posto. In Moto3 doppietta per la Leopard Racing, con dominio di Danny Kent: il britannico concede il bis dopo Austin, infliggendo 10 secondi agli inseguitori, primo dei quali il compagno di squadra Efren Vazquez, con Isaac Vinales a completare il podio. Il migliore degli italiani e' Romano Fenati che, retrocesso in fondo alla griglia dopo il calcione rifilato a Niklas Ajo durante il warm-up ("ho sbagliato, riconosco di aver esagerato e mi dispiace per quanto successo", le sue scuse a fine gara), risale fino all'ottavo posto precedendo Bastianini, mentre e' sfortunato Antonelli che, partito dalla prima fila, e' costretto al ritiro dopo essere stato travolto da Navarro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
motogprossimarquez
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.