A- A+
Sport
Quanto vale la vittoria degli Europei? 30 milioni ai Campioni, più i bonus...
(foto Lapresse)

La finale di Euro 2020 vedrà l’Italia giocare per la gloria, ma anche per i soldi. In caso di conquista del titolo europeo, ogni Azzurro si metterà in tasca un premio da 250.000 euro. Ma non finisce qui: facciamo i conti in tasca ai protagonisti degli Europei.

EURO 2020, ITALIA: 250.000 EURO A OGNI GIOCATORE IN CASO DI VITTORIA FINALE

L’Italia non vince gli Europei di calcio dal 1968, anno del suo primo e finora unico successo, e anche per questo la Figc ha concordato con la squadra dei premi economici interessanti: 250.000 euro in caso di vittoria finale, appunto, e 200.000 euro in caso di secondo posto. Si tratta, peraltro, delle stesse cifre che erano state pattuite in occasione di Euro 2016. 

INGHILTERRA: UN PREMIO DA 540.000 EURO PER LA VITTORIA DI EURO 2020

Cifre decisamente interessanti, ma inferiori a quelli degli avversari diretti. L’Inghilterra è infatti la federazione più spendacciona, con un premio da 540.000 euro per ciascun giocatore in caso di successo finale. La Danimarca, terza incomoda in questo discorso, non ha reso noto alcun premio… forse anche perché nessuno si aspettava di vedere gli scandinavi in semifinale, soprattutto dopo il traumatico inizio con l’arresto cardiaco di Eriksen e la sconfitta casalinga contro la Finlandia! La Spagna, fatta fuori dagli Azzurri, aveva convenuto un premio da 400.000 euro per ciascun giocatore, la stessa cifra della Germania. Il Belgio aveva invece concordato 430.000 euro, mentre Francia e Portogallo erano a quota 340.000 euro.

MONTEPREMI UEFA: EURO 2020 GLI EUROPEI PIU' RICCHI DI SEMPRE

Ci sono poi i premi che la Uefa concede alle nazionali partecipanti. In totale sono 331 milioni di euro, 30 in più rispetto al 2016, nonostante il taglio dovuto alla pandemia (altrimenti sarebbero stati 371 milioni). Si tratta comunque dell’edizione degli Europei più ricca di sempre, con il vincitore che si aggiudicherà un bonus da 30 milioni di euro.

MONTEPREMI UEFA: I PREMI PER LA PERFORMANCE A EURO 2020

Ogni squadra partecipante alla fase finale ha incassato 9,5 milioni, più un ulteriore premio legato ai risultati sul campo. Per ogni vittoria nella fase a girone si prende un milione di euro e quindi gli Azzurri ne hanno conquistati tre. Nella fase ad eliminazione diretta, arrivare agli ottavi comporta un premio da 1,5 milioni, ai quarti 2,5 milioni e in semifinale 4 milioni. La finalista sconfitta a Wembley potrà invece consolarsi con 5 milioni di euro. Una bella cifra, ma molto inferiore ai 30 milioni che vanno ai vincitori: anche per questo, ogni protagonista dell’ultima sfida del torneo avrà sulle spalle una bella responsabilità!
 

Commenti
    Tags:
    quanto vale la vittoria degli europei?




    in evidenza
    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    Carlo Conti a Sanremo

    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    
    in vetrina
    Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

    Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


    motori
    Jeep svela Avenger 4xe a trazione integrale, avventura e innovazione nel B-SUV

    Jeep svela Avenger 4xe a trazione integrale, avventura e innovazione nel B-SUV

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.