A- A+
Sport
Ritmica, interviene Malagò: "Chiedo scusa. Lo sport adesso deve cambiare"

Malagò: "Bisogna capire se si tratta di singoli casi o di un sistema"

Lo scandalo che ha travolto il mondo della ginnastica ritmica è arrivato ai massimi livelli. La vicenda delle presunte violenze psicologiche ai danni delle ex "farfalle azzurre" non ha potuto lasciare indifferente anche il numero uno del Coni, Giovanni Malagò. "Come presidente del Comitato olimpico e punto di riferimento dello sport italiano - spiega Malagò a Repubblica - sento l’obbligo di chiedere scusa a tutte le atlete ed ex atlete che hanno sofferto a causa di comportamenti inappropriati. Chi ha sbagliato verrà punito E qualcosa a livello regolamentare cambierà senza dubbio. Penso, in particolare, a una sorta di divisione netta delle carriere degli sportivi. Adesso bisogna capire se hanno sbagliato solo i singoli o se c’era un sistema che li ha indotti a sbagliare".

"In questo secondo caso - prosegue Malagò a Repubblica - si potrebbe parlare di responsabilità oggettiva, di tutti, Coni compreso. Se invece ci trovassimo di fronte a tante situazioni autonome, sarebbe solo un problema dei singoli soggetti. Gli istruttori devono avere un curriculum e uno stipendio adeguato, vero. Ma chi li paga? Le società dilettantistiche, organizzazioni non-profit, non possono reggere l’impatto della riforma. Serve una riflessione sul ruolo dello Stato nell’intero sistema sportivo. Le medaglie olimpiche rappresentano il traguardo di un rigoroso percorso di eccellenza, ma deve essere garantito il diritto di praticare sport anche a tutti gli altri cittadini, anche di chi ha qualche chilo in più. Un doppio percorso, una separazione delle carriere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ginnastica ritmicagiovanni malagò




in evidenza
World Press Photo, ecco la foto vincitrice del 2024

La “Pietà” di Gaza

World Press Photo, ecco la foto vincitrice del 2024


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Citroën rivoluziona il mercato con la Nuova C3 Aircross

Citroën rivoluziona il mercato con la Nuova C3 Aircross

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.