A- A+
Viaggi
La top ten dei ‘Poshtels’ europei. Nuovo modo di concepire l’ostello

Fino a poco tempo fa, nell’immaginario collettivo, l’ostello era considerato una soluzione pensata appositamente per i viaggiatori giovani alla ricerca di un alloggio senza troppe pretese. Oggi la concezione si è capovolta e questa tipologia di struttura offre un’esperienza unica al viaggiatore, grazie soprattutto alla diffusione dei “Poshtel”.

Che cos’è un Poshtel? I Poshtel (o Posh Hotel), identificati come una delle maggiori tendenze di viaggio per il 2015, sono dei boutique hotel che abbinano lo stile ricercato ad un carattere hi-tech. Queste strutture infatti si caratterizzano per offrire delle stanze arredate secondo un design moderno, diventando in poco tempo la scelta preferita non solo dai giovani viaggiatori ma anche da coloro che cercano un’alternativa ai classici hotel. Dimenticate dunque caotiche camerate e letti approssimativi, trivago.it vi accompagna alla scoperta dei migliori Poshtel d’Europa.

1. Casa Gracia – Barcellona, Spagna
Lo stile catalano viene ripreso in tutte le sue sfaccettature negli ambienti del Casa Gracia. Ogni stanza infatti è stata accuratamente arredata per dare all’ospite la sensazione di trovarsi in un ambiente familiare ma allo stesso tempo ricercato. Nella struttura sono inoltre disponibili tre tipologie di stanze diverse, tutte dotate di wi-fi gratis.

2. Generator – Dublino, Irlanda
Nonostante si tratti di una grande catena, ogni Generator Hostel è dotato di un suo carattere distintivo. L’ostello di Dublino spicca dunque per l’utilizzo di materiali riciclati come pietra e granito, che adornano gli ambienti creando un delizioso stile urban. Come se non bastasse gli ospiti possono godere di stanze illuminate a LED e di un cinema privato con centinaia di titoli.

3. Kex – Reykjavik, Islanda
In lingua islandese la parola “Kex” significa “biscotto”, non a caso questa struttura sorge dove un tempo c’era un’antica fabbrica di biscotti, nel cuore di Reykjavik. L’ostello divide l’enorme edificio con un centro di Arte Moderna offrendo così agli ospiti di poter partecipare a numerosissime attività artistiche e culturali.

4. Gallery Hostel – Porto, Portugal
Come suggerito dal nome, questo ostello può essere considerato come una vera e propria galleria d’arte, ospitando settimanalmente mostre e attività di artisti locali. Gli interni sono arredati utilizzando elementi che richiamano la tradizione di Oporto e agli ospiti sono offerte suites private, oltre alla possibilità di gustare cibo e bevande locali.

5. ONE80° Hostel – Berlin, Germany
Collocato direttamente in Alexanderplatz, il the ONE80° valorizza ulteriormente il fermento artistico di Berlino. Lo stile della struttura è infatti quello urban con un arredamento moderno rivisitato in chiave underground. Nella lobby viene data a tutti gli ospiti la possibilità di scattarsi fotografie e di condividerle instantaneamente online.

6. Clink78 – London, United Kingdom
A due passi dalla stazione di King’s Cross, il Clink78 sorge in un edificio di oltre 200 anni di storia. Con il suo stile che unisce elementi vittoriani ad architettura moderna, la struttura è diventata un punto di riferimento per chi cerca un soggiorno Posh nella capitale inglese. Famoso è inoltre il “clashbar” locale situato all’interno della struttura dove bere squisiti cocktail e conoscere viaggiatori da ogni parte del mondo.

7. U Hostel – Madrid, Spain
Lo stile minimalista è alla base dell’arredamento di ogni ambiente di questo ostello situato nel cuore pulsante di Madrid. Il carattere unico della struttura si evidenzia soprattutto nell’accurata scelta dei colori che regalano un mood differente ad ogni stanza. L’ostello è inoltre dotato di una stupenda terrazza con vista panoramica e di un cinema privato.

8. Dream Hostel – Tampere, Finland
Spazi aperti e luminosi donano il Dream Hostel di Tampere di un carattere distintivo ed inimitabile. Qui infatti il design nordico si esprime al massimo con ambienti funzionali e confortevoli valorizzati da semplici decorazioni. La grande cucina inoltre permette ai visitatori di socializzare e conoscersi, prima di tornare nelle loro ampie e confortevoli stanze.

9. Palmers Lodge Swiss Cottage – London, United Kingdom
Lo stile classico declinato negli ambienti di un Poshtel. Il Palmers Lodge Swiss Cottage, caratterizzato da grandi arcate e scale regali, permette agli ospiti di tornare indietro nel tempo godendo però di tutti i confort attuali come letti “king size” ed una elevato numero di aree relax. In estate inoltre la struttura offre diverse zone barbeque.

10.Maverick Hostel – Budapest, Hungary
In un vecchio convent della dinastia degli Asburgo non ci si aspetta certo di trovare uno dei migliori Poshtel d’Europa. A Budapest infatti il Maverick accoglie gli ospiti tra colonne di marmo e una lunga serie di eventi settimanali che permettono di scoprire la cultura ungherese attraverso il cibo e la musica tradizionale.

Tags:
poshtelhotelostelli
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.