I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo libero
Il Governo dica chiaramente sì o no alla “Nuova Via della Seta”

Alcune parole chiave della disciplina manageriale: definizione e misurabilità degli obiettivi, negoziazione, pragmatismo, trasparenza. L’opposto di ciò che sembra aver caratterizzato l’approccio che ha segnato le ultime vicende di cui si è reso protagonista questo Governo. E il mondo dei mercati e della politica internazionale è impietoso nei confronti delle organizzazioni che non seguono prassi globalmente riconosciute (un po’ come l’ inglese utilizzato quale lingua ufficiale del pianeta).

Le regole della negoziazione sono universalmente note. Ed è molto probabile che quel mondo non abbia capito l’ escamotage, soprattutto giuridico e lessicale, con cui Palazzo Chigi ha affrontato il rinnovo dei bandi dell’Alta velocità Torino-Lione. Altro indicatore, notevolmente secondario rispetto al precedente, e che è segno di debolezza, è l’uso improprio della comunicazione. Minimizzare è una tecnica apprezzata, se è costruttiva e funzionale al fine. Definire Tav  “un buco nella montagna” non va in questa direzione.

È certamente più complesso guidare uno Stato, che un’azienda. Donald Trump (al di là di come la si pensi, l’applicazione dell’imprenditorialità alla politica, pure con conseguenti ed evidenti difetti come il solipsismo)  negozia e concorda decisioni certe  e definitive. Il sì è sì, il no è no. Al massimo  cambia idea (può succedere), ma per ridefinire situazioni, diverse ma comunque certe e definitive, come ha fatto nel caso dei bambini al confine del Messico, prima separati dalle loro famiglie, cui è stato successivamente consentito di ricongiungersi.

Si spera che il Governo sia più chiaro circa la “Nuova Via della Seta”: si dica sì all’Ue e agli Usa (contrari all’asse Roma-Pechino per ragioni politiche sulla scorta di 70 anni di atlantismo della politica estera italiana) e no alla Cina - o si faccia il contrario: sì alla Cina e no all’Ue e agli Usa. Ma il fatto che il presidente cinese Xi Jinping sarà in visita in Italia il 22 marzo fa intravedere il peggio: la scelta del compromesso.

Commenti
    Tags:
    tavgovernovia della seta
    in evidenza
    Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

    Wanda Nara.... che foto

    Heidi Klum reggiseno via in barca
    Diletta Leotta da sogno in vacanza

    i più visti
    in vetrina
    Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

    Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia


    casa, immobiliare
    motori
    Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

    Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.