I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Startup che volano
La startup Teseo In Nord America

È possibile conciliare il ritmo delle nostre vite impegnate con l’altrettanto inderogabile impegno di prenderci cura dei nostri cari in modo continuato ma non invasivo?

Teseo, una delle 120 startup selezionate nell’ambito del Global Startup Program 2019 promosso da MiSE e ICE, ha scelto di accogliere l’urgenza di questa sfida delicata e quanto mai attuale, e lo fa con un nome: Kibi, un kit di dispositivi indossabili (Kibi-wear) e ambientali (Kibi-near) che, attraverso un processo brevettato basato su tecniche legate all’IoT, all’Intelligenza Artificiale, agli assistenti vocali e alla Blockchain consente di monitorare in modo non invasivo il benessere di una persona assistita, senza che debba modificare i propri comportamenti abituali. Questo è reso possibile grazie al monitoraggio approfondito e costante delle Activities of Daily Living (ADL) ovvero le attività - indice di benessere quotidiano - svolte nell’arco della giornata: si tratta di attività parametriche come il movimento, il riposo, l’alimentazione e l’igiene personale. Il rilevamento e l’analisi di pattern ricorrenti consentono di misurare lo stato di benessere e il livello d’indipendenza. Non solo: Kibi è in grado di notificare immediatamente ai familiari e/o al personale medico casi di emergenze in corso come cadute e malori.

Kibi si qualifica così come l’assistente ideale per una complessa fascia demografica in crescita esponenziale: quella degli anziani del futuro prossimo.

In Europa e nel Nord America le persone con più di 60 anni sono già più numerose di quelle sotto i 15 anni. Ciò comporterà rischi importanti per la sostenibilità del welfare, dovuti al calo della popolazione attiva e all’aumento dell'investimento famigliare per la cura degli anziani. Parallelamente, il mercato dell’Ambient Assisted Living sta crescendo con rapidità, spinto dall’innovazione tecnologica e da una crescente fiducia da parte dei consumatori. Statista stima un fatturato di US$ 5,6B nel 2021, e anche la Commissione Europea ha lanciato un programma dedicato nel 2012 con l’obiettivo di impiegare tali tecnologie per migliorare la qualità di vita degli anziani e di chi li assiste.

Alfio Torrisi, CEO e responsabile vendite, sottolinea come il team sia altamente qualificato in materia di IoT, Intelligenza Artificiale e Blockchain, potendo contare anche sulla presenza di professionisti in marketing e produzione. Sono inclusi due Business Angel entrati nella compagine con un investimento complessivo di 600K€ e due advisor.

Teseo ha scelto come destinazione gli USA e nei prossimi 3 mesi Alessio Capitanelli, responsabile dell’architettura di sistema, sarà ad Austin presso il “Tech Ranch”, uno degli incubatori più importanti al mondo per startup ad alto impatto sociale. “In Italia c’è già molto interesse verso la nostra applicazione”, ha commentato al riguardo Torrisi, “e la straordinaria opportunità offerta da ICE ci consente di avviare al meglio il processo di internazionalizzazione.”

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    startupstartup e innovazionestartup in italia
    in evidenza
    Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

    La Divina vuota il sacco

    Gravidanza e bacio a Rosolino
    Fede Pellegrini, la verità

    i più visti
    in vetrina
    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.