I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Under 30 e dintorni
Il futuro è una mela marcia?

È noto, fin troppo. Non passa giorno senza che sui media appaia la notizia di qualche nuovo scandalo. Appalti truccati, assunzioni di favore, infiltrazioni malavitose, crac societari che lasciano sul lastrico investitori e risparmiatori. Raramente qualcuno paga e spesso la pena, anche a causa di un complesso di norme farraginoso, contraddittorio e confuso, diventa solo “di facciata”.

A dominare le pagine negli ultimi giorni è il fallimento – perché di questo in sostanza si tratta – delle “famose quattro banche”. Non stiamo a rievocare le vicende che, più o meno, sono note. La sostanza è che, per incapacità o cattiva gestione da parte di amministratori lautamente pagati, migliaia di piccoli risparmiatori rischiano di ritrovarsi senza il becco di un quattrino.

E questo ci porta a farci parecchie domande, qualcuna tecnica, che cercheremo di approfondire in seguito, magari con l'aiuto di qualche esperto del ramo. Ad esempio, cosa si può fare per tutelare i propri denari, e soprattutto, come può un giovane, con le poche disponibilità che si ritrova, sperare di assicurarsi un futuro un po' meno nero, quando le prospettive per la pensione rendono la stessa simile a qualche animale mitologico di cui si favoleggia o a una specie in via di estinzione?

Ma soprattutto vale la pena, forse, di farsi un altro tipo di domande.

Abbiamo detto spesso che noi giovani ci ritroviamo sempre più di frequente come “spaesati” di fronte alla realtà, senza riferimenti, senza una scala certa di valori, senza fiducia nel prossimo e nel futuro. Ecco, tutti questi scandali, che coinvolgono anche istituzioni primarie del Paese, come possono darci speranza?

Come può un giovane riuscire a credere in “qualcosa”, quando chi governa o dirige, e quindi avrebbe responsabilità maggiori di altri, non si preoccupa di tutelare la sicurezza, la dignità e la vita dei propri cittadini?

Penso sia una questione oramai non più “solo” di dignità, di moralità, di rispetto del valore dello “Stato” o, peggio, di timore di pene certe che non arrivano quasi mai. Qui è una questione culturale. Se non ci rendiamo conto “tutti”, e ovviamente in particolare le massime istituzioni, che stiamo vivendo in una società sempre più malata e che quella che lasceremo alle prossime generazioni sarà una società ancora più “marcia”, e non invertiamo subito la rotta (ammesso che siamo ancora in tempo...), beh c'è davvero da chiedersi quale futuro avremo, se ne avremo uno.

Che futuro possono immaginare dei giovani che lottano quotidianamente per ritagliarsi uno spazio, un ruolo e un'indipendenza quando poi vedono delle persone togliersi la vita perché qualcuno le ha private di quello che erano riuscite a costruire in una vita di lavoro onesto e di sacrifici?

 

 

Gian Luca A. Lamborizio, alessandrino di nascita e milanese di adozione, ha frequentato il liceo classico e proseguito gli studi in ambito giuridico. È autore di AAA Futuro cercasi. Essere giovani in tempo di crisi e di Penombra. Collabora come redattore con MilanoNera, diretta dallo scrittore Paolo Roversi, col settimanale La voce e altre testate.

 

Per esprimere i vostri commenti e pareri e se avete qualcosa di interessante da raccontare, non esitate a scrivere a: gla.lamborizio@gmail.com

Commenti
    Tags:
    giovanibanche
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


    casa, immobiliare
    motori
    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.