A- A+
Home
Brexit, Parigi vs Londra: 'Ritorsioni se non applicate accordo pesca'
 La Presse

La Francia a muso duro contro il Regno Unito che, se non dovesse applicare l'accordo post Brexit relativo alla pesca, potrebbe prevedere misure di ritorsione in altri settori. L'ha confermato il sottosegretario agli Affari Europei francese Clément Beaune. “Se non verrà applicato l'accordo e se necessario adotteremo delle misure di ritorsione in altri settori”, ha dichiarato il sottosegretario.

Nella discussione è entrata a gamba tesa anche la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. “Questo accordo protegge i cittadini europei e i loro diritti – ha dichiarato la von der Leyen – e aiuta ad evitare interruzioni significative per lavoratori e viaggiatori, dalla comunità di pescatori a quella imprenditoriale. Inoltre, protegge gli interessi europei e preserva l'integrità del nostro mercato unico. Infine, l'accordo arriva con un meccanismo vincolante di risoluzione delle controversie e la possibilità di misure correttive unilaterali laddove sia necessario”.

Una dichiarazione forte, che mostra i muscoli e mette paletti, oggi che la Gran Bretagna è fuori dall'Unione Europea. Resasi conto che affermazioni di questo tipo possono incrinare e rendere tesi i rapporti con un Paese che in ogni caso è importante sotto moltissimi punti di vista per l'Unione Europea, la Presidente della Commissione ha voluto anche stemperare un po' toni. “Sia chiaro: non vogliamo dover utilizzare questi strumenti. Ma non esiteremo a farlo se necessario. Sono essenziali per garantire il pieno rispetto dell'accordo commerciale e dell'accordo di recesso, che sono stati entrambi negoziati in modo molto dettagliato e concordati da entrambe le parti” ha chiarito la von der Leyen.
Londra, dunque, non può permettersi di ignorare un accordo che sulla carta è chiaro ed è stato accettato dalle parti.

Ma il carico da novanta l'ha messo ancora il sottosegretario Beaune che commentando su BFM Business ha picchiato duro. “Il Regno Unito si aspetta da noi una serie di autorizzazioni per i servizi finanziari. Non ne daremo fino a quando non avremo le garanzie che in materia di pesca e altre questioni il Regno Unito rispetterà i suoi impegni”.

La Brexit quindi, sta iniziando a creare i presupposti per un lungo e complesso braccio di ferro che toccherà molti interessi europei.

Commenti
    Tags:
    brexitfranciaregno unitounione europeaursula von der leyen
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il WWF lancia l'allarme leoni Popolazione crollata del 90%

    Green

    Il WWF lancia l'allarme leoni
    Popolazione crollata del 90%

    i più visti
    in vetrina
    Meteo choc, in arrivo forti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo

    Meteo choc, in arrivo forti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Defender porta in giro per l’Italia una casa mobile da vivere su Airbnb

    Defender porta in giro per l’Italia una casa mobile da vivere su Airbnb


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Coffee Break

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.