A- A+
Coronavirus
Coronavirus, Aifa indagata da Corte dei Conti. "Rifiutò le monoclonali gratis"
Roberto Speranza
Lapresse

Virus, Aifa indagata da Corte dei Conti. "Rifiutò le monoclonali gratis"

L'emergenza Coronavirus in Italia continua senza sosta. Preoccupa la variante delta, considerata sette volte più contagiosa rispetto al virus tradizionale. Da uno scoop di "Fuori dal coro" su Rete 4 - si legge sulla Verità - è emerso che l'Aifa è indagata dalla Corte dei Conti, l'Agenzia secondo l'accusa avrebbe rifiutato le cure monoclonali gratis ad ottobre, salvo poi dare l'ok per l'acquisto a marzo, quando però per averle era diventato necessario pagarle. Questa scelta, di dire no a 10.000 dosi del farmaco, avrebbe potuto salvare vite umane ed è inoltre sarebbe stato causato un danno erariale.

La decisione - prosegue la Verità - sarebbe stata presa in una riunione del 29 ottobre 2020, parteciparono Gianni Rezza in rappresentanza del ministero della Salute, Giuseppe Ippolito, membro del Cts e il professor Guido Silvestri, virologo della Emory university di Atlanta. Dopo il no a quelle dosi arriva la beffa qualche mese dopo. Il ministro Speranza dà il via libera per l'acquisto, ma a quel punto il farmaco è diventato a pagamento e si sono persi diversi mesi. Ora la Corte dei Conti ha deciso di aprire un'indagine per fare chiarezza sul caso.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiaaifaaifa indagatamonoclonalicure monoclonali covidministro speranzaroberto speranzainchiesta aifa monoclonali
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.