A- A+
Coronavirus
Covid, Bassetti incontra il Comitato cure domiciliari per rivedere protocolli
Matteo Bassetti

Dopo un incontro con  il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri, il Comitato per le Terapie domiciliari Covid -che cura a casa da mesi e mesi grazie a centinaia di medici sul territorio con risultati evidenti- si appresta a incontrare Matteo Bassetti. Obiettivo: rivedere i protocolli delle cure domiciliari.

“Stiamo lavorando, senza sosta - afferma  Erich Grimaldi, l’avvocato che ha riunito a inizio pandemia tutti i medici impegnati in questo lavoro per creare una rete nazionale-  affinché le istituzioni capiscano l'importanza e la valenza del lavoro sul campo dei nostri medici. Stiamo dialogando con le Regioni e dopo il nostro incontro al Ministero della Salute con il sottosegretario Sileri, abbiamo avuto conferma di un prossimo confronto con Bassetti per partecipare ad un tavolo di revisione dei protocolli. Attendiamo con ansia che ci contatti per consentire ai componenti del Consiglio scientifico del nostro comitato di potersi confrontare e dare concretezza a quanto fatto per migliaia di persone”.

Acqui Ovada: -66% della mortalità, un terzo dei ricoveri in meno

Proprio in queste ore, un dato saliente è andato in onda sul Tgr Piemonte, unica regione per ora ad avere ufficialmente adottato il Protocollo: nella zona Acqui Ovada, il protocollo di intervento a domicilio ha permesso di ridurre di un terzo i ricoveri, come confermato dal direttore della Asl Claudio Sasso e dal medico intervistato, Enrico Cazzola.  “Il modello di intervento a domicilio ha permesso di ridurre ad un terzo i ricoveri e far crollare la mortalità -66%” ha confermato il servizio del Tg regionale. 

“Studi effettuati da altri medici, di cui leggiamo in queste ore, che quasi vogliono sembrare i pionieri delle cure domiciliari, non fanno altro che dare forza a quanto sosteniamo da oltre un anno. Noi siamo trasparenti, forti delle nostre evidenze e degli intenti, e attendiamo da mesi che le istituzioni protocollino i nostri dati, che stiamo raccogliendo con molti sacrifici, paziente per paziente. La terapia domiciliare precoce deve essere uno dei proiettili dell'arma indispensabile per sconfiggere il Covid, in attesa che il vaccino faccia la sua parte, per poter uscire da quest’emergenza e far ripartire il paese”.

Proprio Grimaldi ha ottenuto, come scritto in anteprima a Affaritaliani, la sentenza del Consiglio di Stato per “liberare” idrossiclorochina, uno dei farmaci più utilizzati nelle terapie domiciliari insieme ad antibiotici, eparina, cortisone.

Commenti
    Tags:
    covidbassettisilerigrimaldicura domiciliarecoronavirus
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Super Lega come Black Mirror 'Bloccati in un eterno Trofeo Tim'

    Ironia social

    Super Lega come Black Mirror
    'Bloccati in un eterno Trofeo Tim'

    i più visti
    in vetrina
    Quelli che il calcio, Mia Ceran: annuncio a sorpresa in diretta tv

    Quelli che il calcio, Mia Ceran: annuncio a sorpresa in diretta tv


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan X-Trail: debutta con l’innovativo propulsore Nissan e-POWER

    Nuovo Nissan X-Trail: debutta con l’innovativo propulsore Nissan e-POWER


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.