A- A+
Coronavirus
Effetto riaperture: code nei cinema all'alba. Sud, vergogna per la cena presto
Il Cinema Beltrade (foto: Manuela D'Alessandro via Twitter)
Advertisement

Effetto riaperture: code nei cinema all'alba. Sud, vergogna per la cena presto

Il Coronavirus in Italia continua a far paura. Ma nonostante le varianti, gli ospedali ancora pieni e i tanti morti, il governo ha deciso di prendersi "un rischio calcolato", come ha spiegato il premier Mario Draghi e ha parzialmente riaperto, con il ritorno da ieri delle zone gialle. Il primo giorno di "nuova vita" ha fatto registrare dei fatti anomali e contrastanti. Il primo effetto ripartenza è stata l'esplosione della voglia di cinema. Ieri mattina alle 6 - si legge sul Corriere della Sera - i milanesi facevano la coda per entrare al cinema Beltrade che festeggiava la riapertura con una maratona per cinefili insonni. E la voglia di tornare in sala era tale che 20 persone non hanno trovato posto e sono rimaste fuori. La notizia — il film in programma era Caro diario, non certo una novità o un’anteprima — nasconde però dietro la curiosità anche qualche interessante spunto di riflessione, a cominciare dal ribaltamento delle più nere previsioni fatte in questi mesi da troppe Cassandre.

Un anno e più di lockdown non ha fatto dimenticare il cinema, anzi per contrasto sembra averne aumentato il rimpianto e la voglia di tornare in sala. Anche perché le prime notizie che arrivano dai cinema che hanno ripreso a funzionare sembrano far ben sperare. L’Anteo di Milano con le sue dieci sale ha superato le 700 prenotazioni, le tre del Visionario di Udine sono oltre i 100 spettatori, le uniche due sale aperte a Genova, il Sivori e l’Odeon, si attestano sulle 250 presenze.

Al Sud invece è esploso un nuovo fenomeno, con il coprifuoco alle 22 - prosegue il Corriere - la gente che vuole cenare fuori deve prenotare molto presto. Il cameriere del ristorante con terrazza sulla spiaggia di Capo Miseno, nel cuore dei Campi Flegrei a Napoli, ieri era sconcertato: "A pranzo siamo pieni, ma stasera chissà, per ora prenotazioni non ce ne sono. Il perchè non lo so, ma io credo che un napoletano si vergogni anche un po’ di prenotare un tavolo per le 19". Ma qualche prenotazione c'è comunque stata e potrebbe sancire un nuovo ritmo anche per il Sud. Una cena anticipata eviterebbe il dilemma a tavola o a teatro, e favorirebbe anche il turismo, se è vero che tutti gli altri stranieri potrebbero sentirsi a casa anche nei ristoranti dello stil novo di Napoli, Bari o Palermo. Effetto Coronavirus, gli italiani cambiano le loro abitudini, che sembravano ormai consolidate.

Commenti
    Tags:
    coronavirusriapertureemergenza coronavirusriaperture cinemacinema prenotazionicinema zona giallaprenotazione cinemaristoranti napoli oraririaperture ristoranti napoliorari riapertureore 22 ristoranticoprifuoco
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    Il suo "The Essential" in esclusiva su Spotify

    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    i più visti
    in vetrina
    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"

    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.