A- A+
Coronavirus
Vaccino, infermiere positivo dopo II dose. Sindacato medici: “Non è panacea"

"Quanto accaduto conferma che la vaccinazione non è la panacea e che un soggetto vaccinato può continuare a essere veicolo di infezione". A dirlo all'Adnkronos è Angelo Collodoro, vice segretario regionale siciliano del sindacato dei medici ospedalieri Cimo, dopo il caso dell'infermiere dell'ospedale Civico di Palermo risultato positivo, insieme ad altri quattro pazienti del reparto di Medicina d'urgenza. L'operatore sanitario aveva già ricevuto a fine gennaio la seconda dose del vaccino contro il Covid-19. 

"Che il soggetto in questione sia risultato negativo al tampone rapido - aggiunge Collodoro -, poi, è un'ulteriore testimonianza dell'inaffidabilità di questo strumento diagnostico utilizzato largamente". Per il vice segretario del sindacato dei medici ospedalieri anche l'avvio nell'Isola della campagna vaccinale con Astrazeneca per personale della scuola e forze dell'ordine lascia perplessi. "Ha grandi limitazioni per via dell'indicazione legata all'età: sotto i 55 anni. Uno su due nell'Isola non potrà essere vaccinato. In questo scenario o si accelera sul fronte delle vaccinazioni o altrimenti la lentezza a cui stiamo assistendo continuerà a farci assistere ad altri episodi spiacevoli".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    vaccinopositivi covid dopo vaccinicovid vaccinopositività dopo vaccino
    in evidenza
    Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

    Come sarà il weekend

    Ciclone al Sud, sole al Nord
    Il meteo divide l'Italia in due

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van

    Nuovo Mercedes Citan, piccole dimensioni per un grande van


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.