A- A+
Coronavirus
Visoni, Italia come la Danimarca: Speranza stoppa allevamenti. Pericolo Covid

Sospensione delle attività degli allevamenti di visoni su tutto il territorio italiano fino alla fine del mese di febbraio 2021. E' quanto dispone un'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. A fine febbraio dell'anno prossimo, poi, verrà effettuata una nuova valutazione sullo stato epidemiologico. Il provvedimento interviene dopo che a livello internazionale sono stati rilevati rischio da Covid-19 legati a questi allevamenti. La misura, informa il ministero della Salute in una nota, aggiunge l'infezione da Sars-CoV-2 nei visoni  d'allevamento all'elenco delle malattie infettive e diffusive degli animali soggette a provvedimenti sanitari secondo il 'Regolamento di polizia veterinaria (D.P.R. 8 febbraio 1954, n. 320)'.

Pur essendo il numero degli allevamenti in Italia molto ridotto rispetto ad altri Paesi europei, "si è valutato di seguire il principio della massima precauzione in osservanza del parere espresso dal Consiglio superiore di sanità", ha precisato il ministero. Secondo l'ordinanza, in caso di sospetto di infezione le autorità locali competenti dispongono il sequestro dell'allevamento, il blocco della movimentazione di animali, liquami, veicoli, attrezzature e l'avvio di una indagine epidemiologica. In caso di conferma della malattia, i visoni  dell'allevamento sono sottoposti ad abbattimento. 

L’abbattimento di milioni di visoni è in corso negli allevamenti danesi, ma sull’esecutivo di sinistra si è abbattuta una vera tempesta di critiche che hanno spinto il ministro dell’Agricoltura, Mogens Jensen, a dimettersi. La decisione del 4 novembre, hanno sostenuto i potenti esponenti di uno dei settori economici più importanti in Danimarca, è priva di fondamento giuridico e rovina migliaia di allevatori. L’export di pelli di visoni, soprattutto verso i mercati asiatici, fattura circa un miliardo di dollari all’anno, oltre 840 milioni di euro, una parte consistente delle esportazioni nazionali, e coinvolge un migliaio di imprese; circa 6 mila posti di lavoro sarebbero ora a rischio, secondo Kopenhagen Fur, la casa d’aste dove si svolge il mercato mondiale delle pelli.

L’allevamento di animali da pelliccia è oggetto da tempo in Europa di battaglie animaliste, e in alcuni Paesi è stato vietato. La Danimarca è il primo produttore mondiale; ma la produzione di visoni è già vietata in Regno Unito e Austria; in Germania è stata gradualmente eliminata e anche Belgio, Francia e Norvegia sono su quella via. Nei Paesi Bassi è stata presa una analoga decisione in collegamento con il Covid, perché anche in quel Paese si sono verificati casi negli allevamenti. Sabato per le vie di Copenaghen hanno sfilato centinaia di trattori, molti con le bandiera nazionale, e così anche è successo nella seconda città danese, Aarhus. Nei giorni scorsi, era emerso che il governo non aveva le basi giuridiche per ordinare a tutti i produttori di abbattere i visoni, ma solo a quelli in cui si erano verificati dei casi di contagio o che si trovavano a breve distanza.    

Loading...
Commenti
    Tags:
    visoniallevamento visonivisoni covid
    Loading...
    in evidenza
    Governo, restyling per l'M5S: Grillo lancia il nuovo 'Movimento'

    La crisi vissuta con ironia

    Governo, restyling per l'M5S:
    Grillo lancia il nuovo 'Movimento'

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, Dayane Mello: che siluri contro Tommaso Zorzi

    Grande Fratello Vip 5, Dayane Mello: che siluri contro Tommaso Zorzi


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes entra nel mondo full electric con la EQA

    Mercedes entra nel mondo full electric con la EQA


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.