A- A+
Costume
142, il restaurant dove pranzo e cena diventano un'opera d'arte
ORO MIO, SPAGHETTI BOTTARGA

142 - il ristorante milanese che vince due volte: in cucina e in sala

La Milano dei Navigli regala un ristorante, a due passi da Porta Genova, che vince la sua sfida in cucina giocando a tutto campo.

Intanto, 142 è un locale che cattura il pubblico per i suoi piatti che si presentano come opere d'arte: pensiero laterale culinario che sublima la pura creatività (a partire dall'Omaggio a Lucio Fontana con le acciughe del Cantabrico su tela passando per il delicatissimo Oro Mio: spaghetto con emulsione di bottarga di muggine degno di una standing ovation).

E poi lo spazio by Sandra Ciciriello fa la differenza anche in sala: servizio impeccabile, competenza e la passione che trasmette il personale sono l'altro ingrediente segreto che rende la colazione, il pranzo, l'aperitivo o la cena un momento intimo e piacevole della giornata.

I vini? Non si sbaglia, di qualità: in primis il Falanghina e Biancolella della Cantina Marisa Cuomo (uve nobili della Costiera Amalfitana che crescono aggrappate  alla roccia di Furore coccolate da un sole perenne e un mare 'dolcissimo') piuttostoché lo Chardonnay doc siciliano di Tasca d'Almerita.

Andiamo a scoprire tutti i segreti del 142 Restaurant.

142 RESTAURANT: 1 SPAZIO UNICO PER VIVERE 4 MOMENTI DELLA GIORNATA ATTRAVERSO 2 ANIME: SALA E CUCINA - il concept

«1 spazio unico dove poter vivere i 4 momenti della giornata con l’accoglienza di 2 anime: la sala e la cucina»: così recita l’headline di 142, un locale allegro e luminoso, con le sue cinque vetrine in corso Colombo 6, a Milano. Aperto nel settembre 2019, conquistando da subito il pubblico meneghino e non solo, si distingue per la particolare formula, che prevede dalla prima colazione alla cena per soddisfare tutte le esigenze. Ad accogliere i clienti, il quartetto formato da: la founder Sandra Ciciriello nome noto nel panorama gastronomico milanese, il patron chef campano Nello Barbieri, la sous chef Chiara Orrù e il pastry chef ternano Alessandro Montanari. Il significato di 142 si svela leggendolo all’inglese: one-fo(u) r-two, “uno per due”. Il nome racchiude infatti l’invito alla condivisione del cibo e degli affetti nei quattro diversi momenti della giornata. Da 142 si può infatti fare colazione, pranzare, prendere un aperitivo o cenare.

142 RESTAURANT, menù

Sandra Ciciriello definisce quella di 142 una cucina “creativa, tradizionale e qualitativa”. “Creativa” perché i tre giovani chef sperimentano continuamente tecniche di cucina diverse; “tradizionale” perché la tradizione è il punto di partenza di ogni piatto; infine “qualitativa” perché la ricerca delle materie prime è imprescindibile, e Sandra Ciciriello è considerata la “regina” del mercato ittico e orto frutticolo milanese grazie alla sua capacità di selezione unica. L’idea culinaria di 142 Restaurant nasce dunque dalle origini dei tre chef, che in cucina si divertono a scomporre e ricomporre ricette di una volta aggiungendo il proprio tocco personale. L’obiettivo è offrire un’esperienza a 360 gradi, dalla mattina a tarda sera, con proposte uniche e divertenti sfiziose per tutti i palati.

142 ristorante brochier    010142 - LA SALA
 

142 RESTAURANT, colazione

Si comincia alle 8.00 con il pasto più importante della giornata. Ad occuparsene è Alessandro Montanari, pastry chef di 142. Il suo regno è il grande laboratorio di pasticceria nel cortile interno del ristorante e la sua dolce fissazione sono i croissant alla francese, perfetti nelle loro alveolature a spirale: vuoti, farciti o integrali al miele accompagnano al banco il favoloso pain au chocolat, oltre a girelle/saccottini o danesi e una produzione di torte e dolci monoporzione. Non mancano le varie proposte salate tra cui brioches farcite, i bun con prosciutto o salmone, i toast e le uova alla coque con pane burro e marmellata.Il caffè è una miscela Arabica 100% realizzata su misura da 142 in collaborazione con Marco Colafranceschi di Coffee Hat. Oltre al caffè, la colazione comprende spremute di frutta fresca, centrifughe e yogurt realizzati con latte della fattoria Baronchelli, nel lodigiano, che è anche possibile acquistare.

142 RESTAURANT, pranzo e cena

Dal martedì alla domenica 142 accoglie i clienti per un’esperienza gastronomica innovativa e contemporanea, con rimando all’autentica tradizione. Il menù non cambia a pranzo e cena ma varia ogni settimana con proposte di pesce, vegetariane e di carne a seconda della creatività degli chef Nello e Chiara. Gli “evergreen” sono la massima espressione dell’irrefrenabile voglia di stupire (e sdrammatizzare) degli chef. Tra questi il classico spaghetto con emulsione di bottarga di muggine ribattezzato “Oro Mio” per il colore sfavillante; la tartare di pesce crudo, attentamente selezionato da Sandra, che varia ogni settimana secondo la creatività degli chef, e “Omaggio a Lucio Fontana”, che presenta su una tela, a sostituire i famosi tagli, le acciughe del Cantabrico accompagnate da burro e pane tostato. I dolci sono la perfetta sintesi delle doti tecniche e degli insoliti ingredienti. I più famosisono “Tiramisuovo“, una reinterpretazione del tiramisù e “Pop Corn“, bon bon di maise caramello.

142 OSTRICA NEGRONI ARANCIA 5500OSTRICA NEGRONI ARANCIA
 

142 RESTAURANT, bun mania

Il nuovissimo format di 142 per vivere lo street food con calma, seduti al tavolo e percepirne il gusto ad ogni morso. Irresistibilmente soffici e prodotti nel laboratorio di pasticceria di Alessandro, i bun sono disponibili in diverse versioni. Tra questi spiccano “Polpo al cuore“, polpo arrosto accompagnato da maionese di acqua di polpo, pomodoro secco calabro e insalata. ”Bun bun polpetta“, polpette di manzo con sugo di pomodoro datterino e salsa di parmigiano. Il modo più pratico e appetitoso per gustarsi un piatto all’interno di un panino. Infine i grandi classici con prosciutto cotto, crudo o salmone marinato con insalata e purea di mango.

142 RESTAURANT, APERITIVO

Il terzo momento della giornata ha inizio alle 18.00, quando con un effetto luminoso il banco delle colazioni si trasforma in un bellissimo mobile di design: il volume della musica sale e al bancone si cominciano a sbicchierare vini e shakerare drink. Si materializzano così drink pensati e creati da 142 ma anche i grandi classici del mondo della mixology. Da 142 troviamo una grandissima selezione di gin, ciascuno dei quali racconta un viaggio attraverso i sentori e i profumi, dalle spezie fino agli aromi, per soddisfare anche i palati più esigenti. Per chi non ne può fare a meno una piccola selezione di birre artigianali italiane. Piccoli assaggi per accompagnare i drink, danno già l’idea della creatività della cucina, in più “Togliti la Voglia“ - una piccola selezione di tapas - fa sì che l’aperitivo diventi unico nel suo genere.

142 COCKTAIL
 

142, A CASA TUA

Era il marzo 2020, Sandra e il team affrontano la chiusura precoce causata dall’emergenza sanitaria. Ma è nei momenti bui che bisogna ritrovare la luce. La tenacia fa nascere “142 A Casa Tua”, il progetto che mette gli chef in macchina a consegnare il menù per tutta Milano. Sandra, Nello, Chiara e Alessandro si fanno portavoce di un atteggiamento propositivo che ancora oggi anima il team e mira a fare di necessità virtù. “142 A Casa Tua” è divenuto in pochi mesi un valore aggiunto per il ristorante e oggi anch’esso è punto focale per l’estensione dell’esperienza gastronomica con piatti già pronti per essere gustati, basta solo scaldarli. I piatti storici quali “Oro Mio, “Ten-taco-li“ e “Come Una Volta 2.0“ sono realizzati sotto forma di kit da Nello e Chiara che, con tutorial disponibili sul sito e sul profilo Instagram e i disegni riportati sulle istruzioni, permettono di ricostruire tutto il gusto, la ricercatezza e la tradizione di 142 anchea casa, in una chiave interattiva, facile, divertente e di pari livello. Per conoscere le proposte settimanali e il mondo di “142 A Casa Tua“ basta visitare il sito, scegliere lafascia oraria e procedere all’ordinazione. Chissà, potresti ritrovarti al portone di casa proprio Sandra!

142, LA CANTINA

Ad occuparsi della cantina di 142 sono Sandra e Davide a cui ogni anno, a settembre, oltre alla vendemmia, si presentano nuove opportunità e nuovi modi di dare sfogo alla propria creatività. Il magico duo ha lavorato, degustato e assaggiato ciascuna etichetta nel menu fino a farsi venire anche un po’ di “sfrigolio“. Tra i vini in carta compaiono solo etichette italiane per dare spazio alla viticoltura del nostro paese e nobilitare il lavoro di quei contadini che ancora la terra la lavorano con dedizione e passione. Fanno eccezione le bollicine francesi con lo Champagne. Di quello 142 Restaurant ne è perdutamente innamorato.

142 SQUADRA
 

I VOLTI DI 142 - Sandra Ciciriello

I mercati agroalimentari hanno fatto parte non solo dell’infanzia ma anche dellavita lavorativa di Sandra. Nel 1987 inizia a lavorare in quella che poi diventerà la sua grande passione: il mercato ittico. In questi anni Sandra ha la possibilità di girare tutte le marine mercantili partecipando ad aste e acquistando direttamente dai pescatori. Alla padronanza del commercio ittico si affianca poi l’interesse alla realtà vinicola. Nel 2002, animata da questa passione, frequenta corsi per diventare sommelier, passando dalla cucina all’ambiente che più le appartiene: la sala. Nel 2007 crea con la sua socia il ristorante stellato Alice dove l’avventura prosegueper 11 anni fino all’inaugurazione di 142 Restaurant nel settembre del 2019. Focus della filosofia di Sandra è la convivialità che la donna traduce nei piatti e nell’ambiente famigliare del ristorante.

I VOLTI DI 142 - Nello Barbieri

Origini ischitane e innata passione per la cucina. Fin da subito Nello riconosce nella ristorazione la sua seconda casa. Studia presso l’Istituto alberghiero di Ischia mentre aiuta il padre al ristorante occupandosi della sala e del bar. Dopo il diploma fa esperienze in diversi alberghi e ristoranti spaziando dal chiringuito sulla spiaggia al fine dining. La sua visione a tutto tondo nel mondo della cucina lo porta a conoscere Sandra e i compagni di brigata Alessandro e Chiara, con la quale nasce una storia d’amore. Queste personalità sono decisive per il futuro dello chef che, dopo anni di lavoro in cucina tra Spagna, Australia e Gran Bretagna, sempre accompagnato da Chiara, sceglie di tornare in Italia per capitolare in un progetto dove la sua creatività ha finalmente sfogo: 142 Restaurant.

I VOLTI DI 142 - Chiara Orrù

Dopo un primo approccio all’università di Architettura, nel 2014 decide di lasciare la facoltà per seguire la sua vera passione: la cucina. Si iscrive all’Accademia di cucina di Roberto Petza e inizia a lavorare nel fine settimana da Casa Puddu, ristorante stellato dello chef, dove coltiva l’amore per la sua terra e la territorialità delle materie prime. Dopo varie esperienze assieme a Nello entra come founder di 142 portando suitavoli le proprie tradizioni e traducendole in piatti unici tra cui “Oro mio“.

I VOLTI DI 142 - Alessandro Montanari

Pasticcere per vocazione, dopo il diploma alberghiero si qualifica pasticcere professionista all’ALMA, scuola di cucina di Gualtiero Marchesi. Gli studi e le capacità lo introducono in laboratori di produzione rinomati tra cui quello di Luca Montersino dove affina le basi dell’arte della pasticceria fino a divenire braccio destro dello chef e a seguirlo in giro per l’Italia. L’ingresso da Eataly di Roma come responsabile di pasticceria è l’occasione per conoscere Sandra Ciciriello. Spinto da una sana curiosità, Alessandro decide di fare nuove esperienze primadi 142 con corsi di aggiornamento in giro per il mondo. Oggi, sin dalle prime luci del mattino, lo si può trovare a sfornare brioche con una nuova consapevolezza: “prima di tutto si parte dal ricordo [...] e a tutto quello che di bello dobbiamogoderci del mondo”.

142- il progetto architettonico

Il progetto architettonico – arioso, caldo, con diverse sale pro-privacy e un totale di 45 posti a sedere – è firmato da Giorgia Longoni che ha saputo concepire e tradurre le idee uniche e innovative di Sandra. Le cucine sono il cesello su misura di Fabio Ferrandino di Marrone. Design e informalità caratterizzano tutti gli ambienti, con quel tocco scanzonato che ne fa un indirizzo contemporaneo. Il bancone è un mosaico che riporta il nome dell’insegna, realizzato dal team con le capsule dello champagne, franciacorta e spumanti e altre rarità provenienti direttamente dalla collezione personale di Sandra. Sulle pareti, un gioco di neon e specchi invita a interagire con gli spazi. Troviamo fumetti e riviste, caramelle per grandi e piccini e un angolo dedicato agli occhiali, altra grande passione di Sandra, forniti da una piccola bottega storica milanese, sono a di-sposizione per essere provati. Lampadari vintage e complementi d’arredo moderni, creano un mix che appaga l’occhio e mette a proprio agio. La vista viene altresì appagata dalle etichette di vino esposte come un grande mosaico e affacciate sulla sala centrale. I tavoli pensati e disegnati da Sandra, Chiara, Nello e Alessandro, portano la firma di ognuno di loro e sono stati realizzati su misura da appositi artigiani. La cura dei dettagli anche nella zona servizi, allestiti a mo’ di salotti con l’aggiunta di simpatiche fotografie - altro grande amore di Mrs Ciciriello.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanoristorante





in evidenza
Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

Le foto

Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
Matrimonio in vista? Quell'anello...


in vetrina
Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

motori
Stellantis Rinomina iFAST Automotive Logistics in "Drive4You by Stellantis"

Stellantis Rinomina iFAST Automotive Logistics in "Drive4You by Stellantis"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.