A- A+
Costume
Carlo e Camilla, parte da Firenze il tour italiano "anti-Brexit"

di Andrea Cianferoni

Una settimana fitta di impegni istituzionali e sociali, pochissima mondanità. Sono le linee guida della visita italiana dell’erede al trono inglese e della consorte Camilla che inizieranno il loro soggiorno italiano, fortemente voluto dal governo inglese che proprio in queste ore sta avviando, con la firma del Primo Ministro Theresa May, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Sono oltre trenta gli appuntamenti pianificati dal capo missione dell’ambasciata di Roma Jill Morris. La visita intende rafforzare i rapporti bilaterali italo-inglesi, affrontare temi della coesione sociale, la lotta al traffico di essere umani, il recupero dei beni artistici e la sostenibilità ambientale.  Il tour italiano inizierà da Firenze, città piena di ricordi per il principe Carlo, e l’occasione è il centenario di una delle più antiche e prestigiose istituzioni cittadine: il British Institute. Fondato nel 1917, è stato il primo degli istituti culturali britannici a operare al di fuori dal Regno Unito e fu preso a modello alla nascita del British Council nel 1934.

Nelle biblioteche e nei salotti letterari, poeti, giornalisti, professori universitari e editori della Firenze di primo Novecento, discussero l’idea di creare uno spazio e una biblioteca dove fosse possibile uno scambio culturale tra il mondo inglese e quello italiano. Oggi l’istituto ha sede nel magnifico palazzo Lanfredini che si affaccia sul lungarno Guicciardini, e sarà proprio da li che la coppia reale approfitterà per una breve passeggiata sui lungarni; non  è esclusa una breve sosta nell’adiacente palazzo Frescobaldi ospiti degli amici di una vita, i marchesi Vittorio e Bona Frescobaldi, che del resto sono stati gli unici italiani invitati al loro matrimonio celebrato a Londra ormai 12 anni fa. 

La giornata fiorentina prevede poi una visita al mercato di Sant'Ambrogio,  dove i fiorentini trovano cibo a 'km zero' e verdure biologiche, e una colazione al teatro del sale della famiglia Picchi per assaggiare alcune eccellenze culinarie regionali Slow Food. A palazzo Pitti parteciperanno a un evento organizzato da Pitti Immagine che richiama la campagna della Fondazione del principe Campaign for Wool, che promuove le caratteristiche uniche, naturali, biodegradabili e rinnovabili della lana. In serata è previsto l’unico momento mondano del soggiorno italiano: il gala dinner nel salone dei Cinquecento organizzato dalla Fondazione Palazzo Strozzi, alla presenza oltre che del direttore Arturo Galansino, del sindaco Nardella e di alcune famiglie storiche fiorentine come Gondi e Pucci. In questa occasione l'erede al trono britannico riceverà il premio “Uomo del Rinascimento 2017”: c’e molta attesa per il discorso che il principe terrà, l’unico ufficiale nel soggiorno italiano,  anche per i temi che gli stanno a cuore come ambiente e agricoltura. E non è un caso che tra le tappe fiorentine ci siano una sosta all’Opificio delle Pietre Dure, per ammirare le tecniche di conservazione di antichi manufatti, e una degustazione di vini biologici a Villa San Michele di Fiesole con alcuni selezionati produttori toscani.

Per Camilla - non è prevista la presenza di Carlo - è in programma un blitz in Oltrarno al Centro Antiviolenza Associazione Progetto Arcobaleno, presieduto da Silvia Vannacci, che si occupa di emarginazione e violenza femminile. Avrà un colloquio riservato con sei donne accolte dall’associazione ed incontrerà i volontari per un caffè informale. Il tour italiano continuerà  a Vicenza per la visita del cimitero militare britannico di Montecchio Precalcino e il sacrario militare di Valli del Pasubio ed il centro di eccellenza per la formazione militare per i paesi in via di sviluppo promosso dall’Onu. Nelle stesse ore Camilla si recherà in visita invece nella villa «La Gloriette», una residenza napoletana sequestrata alla camorra e ora utilizzata per promuovere progetti mirati al sostegno dei giovani. Il 2 aprile sarà la giornata dedicata ad Amatrice.

Un’occasione alla quale l’erede al trono tiene molto non solo per incontrare gli abitanti della cittadina colpita dal terremoto dello scorso agosto, il personale della Protezione civile ma anche per essere informato sulla ricostruzione considerato il suo interesse per i beni culturale e l’architettura sostenibile. Il 4 e 5 aprile saranno le giornate che i reali trascorreranno nella capitale. Carlo e Camilla avevano avuto un incontro privato con Benedetto XVI nel 2009, adesso vedranno per la prima volta Papa Francesco con cui dovrebbe esserci una comune visione sulle tematiche sociali ed ambientali. Ma con il Papa, il principe Carlo parlerà di dialogo interreligioso e di protezione dei cristiani, visto che il principe di recente ha fatto un appassionato appello ai cristiani perseguitati in Medio Oriente. A Roma, Carlo e Camilla incontreranno il presidente della Repubblica Mattarella, ma nessun pranzo di Stato è previsto. Poche ore dopo infatti principe si recherà alla Fao per un incontro sul tema della carestia nella regione del Corno d’Africa e del contributo di Londra per affrontare questa emergenza. Un altro tema che sarà toccato nel corso della visita è il traffico di esseri umani e il sostegno all’Italia nella gestione della crisi dei migranti. L’erede al trono britannico ama molto l’Italia dove è già stato ufficialmente 19 volte, una delle quali accompagnato dalla consorte.


 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
carlo camilla italiacarlo camilla tour italiacarlo camilla
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.