A- A+
Costume
Chanel blocca le vendite ai russi: le influencer tagliano le borse in protesta

Chanel prende posizione contro Mosca ma le influencer russe non ci stanno e protestano

La casa di moda Chanel, in risposta all'invasione dell'Ucraina, ha comunicato di aver interrotto la vendita dei suoi prodotti ai clienti russi, se questi hanno intenzione di comprare all'estero per portare gli acquisti in patria. La maison aveva già chiuso le proprie boutique in Russia ma ora questa mossa ha attirato le accese critiche dei russi, soprattutto delle influencer, che hanno contrattaccato con una protesta social molto singolare.

"Le più recenti leggi sanzionatorie dell'Ue e della Svizzera includono un divieto di 'vendita, fornitura, trasferimento o esportazione, direttamente o indirettamente, di beni di lusso a qualsiasi persona fisica o giuridica, entità o organismo in Russia o per l'uso in Russia'", ha specificato Chanel in un comunicato. "Abbiamo avviato una procedura per chiedere ai clienti per i quali non conosciamo la residenza principale di confermare che gli articoli che stanno acquistando non saranno utilizzati in Russia".

Si tratta di una misura difficile da applicare, ma alcune influencer russe hanno denunciato sui social media di essersi viste chiedere di identificarsi, per poi vedersi negata la possibilità di acquistare prodotti nelle boutique Chanel, da Parigi agli Emirati Arabi Uniti.

Così è scoppiata la protesta di vip, showgirl e tv star russe che hanno deciso di distruggere le borse Chanel già in loro possesso, filmando il tutto e postandolo sui propri social. Un boicottaggio simbolico ma già virale su ogni social. 

La prima a farlo, stando all'agenzia ucraina Unian, è stata l'attrice Maryna Ermoshkina. Mega forbici in mano, Ermoshkina appare su Instagram in un video mentre fa a pezzi una pochette nera. Chanel "umilia i suoi compatrioti e discrimina le persone in base alla nazionalità", ha detto intanto di Chanel. E ancora: "Nessuna borsa vale l'amore per la patria". Idem la conduttrice tv Victoria Bonya, che davanti ai suoi oltre 9 milioni di follower Instagram ha fatto a brandelli la sua tracolla: "Non ho mai visto nessun marchio così irrispettoso verso i suoi clienti. Ciao Ciao Chanel". 
 

Leggi anche: 

" Pil 2022 al 3,1%. Su Affaritaliani.it tutto il DEF del governo Draghi

Guerra, il soldato Letta filo-America non convince gli italiani

Vendita di armi esenti da Iva, M5s: "Interrogazione a Mef e Difesa"

Ius scholae legge entro l'estate. Cittadinanza prima dei 18 anni. E' giusto?

Perchè Netflix da inizio anno ha perso oltre il 35% del suo valore? I 4 motivi

Mattia Santori, dalle Sardine alla difesa delle oche: il web si scatena. VIDEO

Eni, Calvosa: "Siamo sempre proiettati al futuro"

JTI Italia, presentato il primo corso sulla transizione ecologica

Milano, inaugurato il primo negozio Primark in via Torino

Commenti
    Tags:
    chanelguerra russia ucraina





    in evidenza
    Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce

    MediaTech

    Giorgia Meloni compare in video e il cane impazzisce

    
    in vetrina
    Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League

    Francesco Totti torna in campo, il Capitano protagonista della Kings League

    motori
    Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

    Lancia svela la Ypsilon HF e annuncia il ritorno nei Rally Gr4

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.