A- A+
Costume
E' la Gaiola l'area marina protetta più amata d'Italia

L'Area marina protetta del Parco Sommerso della Gaiola vince il concorso Asdomar ed è lei l'area marina protetta più amata d'Italia. Il contest era stato lanciato a maggio dal marchio premium di Generale Conserve specializzato nella produzione di conserve ittiche insieme alla Seac, azienda italiana leader nel settore della subacquea. Le votazioni si sono chiuse con la vittoria del parco archeologico ambientale che si trova nel cuore di Napoli, a Posillipo. Ventinove le aree marine protette istituite dal ministero dell'Ambiente candidate ad aggiudicarsi, grazie al voto degli utenti sul social network Facebook, sia il titolo di area marina più amata d'Italia sia la donazione di 23.000 euro. A vincere su tutte è stata la piccola Area del Parco sommerso della Gaiola nel golfo di Napoli, uno scrigno di biodiversità e storia incastonato lungo la costa di Posillipo, un'area di 42 ettari di mare che si estende dal borgo di Marechiaro alla Baia di Trentaremi e che ha subito un lento declino dagli anni Ottanta durato fino al 2002 quando è stata istituita l'area marina protetta. Con la nascita del Centro studi interdisciplinari Gaiola onlus ha successivamente iniziato il suo percorso di valorizzazione, consentendo la rinascita di questo immenso patrimonio naturalistico ed archeologico. "Benché luogo simbolo della costa partenopea carico di storia e suggestioni, la Gaiola versava in uno stato di degrado e abbandono prima dell’istituzione del Parco. Questa vittoria rappresenta una bellissima testimonianza di affetto e di stima da parte della cittadinanza, e non solo, per il grande lavoro di tutela e di riqualificazione dell'area svolto in questi anni dall’organismo di tutela", ha commentato Maurizio Simeone, ecologo marino e presidente del Centro studi interdisciplinari Gaiola che gestisce l'area marina protetta. "Siamo orgogliosi di poter contribuire concretamente al supporto dell'area in questione, un vero gioiello del nostro ecosistema marino. Quest'attività si sposa perfettamente con i valori dell'azienda da sempre attiva per il rispetto dell'ambiente e la salvaguardia del mare e delle specie che lo popolano", ha dichiarato Giovanni Battista Valsecchi, direttore generale di Generale Conserve. Da sempre la Gaiola è uno dei siti più suggestivi di Napoli. Sui suoi fondali, infatti, è possibile osservare i resti di porti, ninfee e peschiere, oggi sommersi a causa del lento sprofondamento della crosta terrestre (bradisismo); si tratta di resti afferenti in gran parte alla Villa Imperiale di Pausilypon e all’imponente teatro del I secolo a.C. appartenuti al liberto romano Pollione. Il Parco sommerso della Gaiola ha anche un’importanza biologica: l’estrema complessità geomorfologica dei suoi fondali e la continua vivificazione delle sue acque consentono l’insediamento di diverse comunità biologiche marine tipiche del Mediterraneo.

Eduardo Cagnazzi

Tags:
gaiola area marinaarea marina gaiola
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.