A- A+
Costume
Matrimoni, moda digital: social manager, hashtag, droni. Le 7 tendenze

Il matrimonio è uno dei desideri più “cari” in tutti i sensi. Può arrivare a costare fino a 60.000 euro*, con differenze di città in città. ProntoPro.it, portale che mette in contatto domanda e offerta di lavoro professionale e artigianale, e Uala.it, sito italiano dedicato al mondo beauty che raccoglie i migliori saloni di hairstyling, centri di bellezza ed estetica, hanno condotto un’indagine per raccontare quali sono le ultime tendenze in fatto di matrimonio e quanto possa costare seguire la moda nelle maggiori città italiane: Roma, Milano, Torino, Firenze, Bologna, Bari, Napoli, Palermo, Cagliari e Genova.


1. Il matrimonio bohémien - In fatto di organizzazione i wedding planner non hanno dubbi: il 2016 è l’anno dei matrimoni boho-chic. Ci troviamo di fronte all’evoluzione del matrimonio country; celebrato interamente all’aperto - dal rito alla festa - è l’ideale per le coppie giovani che desiderano festeggiare con un tocco di informalità, senza però rinunciare al romanticismo. Le cose che non possono mancare in una cerimonia di questo tipo sono i colori tenui tipici del country e i dettagli fatti a mano con materiali riciclati. Ma quanto costa organizzare un matrimonio in linea con il trend dell’anno? Secondo l’Osservatorio di ProntoPro.it, il prezzo medio richiesto da un wedding planner per organizzare un evento boho-chic in Italia è di 710 euro con picchi a Roma e Milano dove si spendono più di 850 euro.

2. Tattoo.. da sposa - La prima domanda a cui deve rispondere ogni sposa è “come sarà il tuo vestito?” Per le spose del 2016 la risposta è semplice: il pizzo è il protagonista indiscusso dei corpetti, ma la vera novità è l’effetto tattoo che prevede ricami su tessuti trasparenti per dare l’illusione che questi si diramino sulla pelle della sposa, come un tatuaggio. E se si vuole sapere quanto si spenderà per un abito sartoriale di questo tipo, le spose italiane avranno una bella sorpresa; devono mettere a budget mediamente solo 3.900€. La città italiana in cui costa meno realizzare un abito su misura è Palermo, in cui si spendono, in media, poco più di 2.500€.

3. “Sì” ai make up appariscenti - La sposa di quest’anno vuole apparire forte e sicura di sé quindi è permesso osare con smokey eyes sui toni del tortora, del marrone chiaro e dell’oro, eyeliner per definire lo sguardo e rossetti rosa e corallo per le labbra. Secondo l’Osservatorio di Uala.it, per il trucco sposa in Italia si spendono mediamente 180€ e la città in cui si devono sostenere i costi maggiori è Bologna con un costo medio pari a 280€, a seguire Napoli (250€) e Roma (220€).

4. Il matrimonio social - Se volete seguire davvero la moda dell’anno affidatevi ai droni. Non potrete fare a meno di fotografie aeree e videoclip del vostro matrimonio da condividere sui social nei giorni successivi all’evento. L’idea vincente per i matrimoni del 2016 è la creazione di un hashtag per permettere ad amici e parenti di condividere foto e video della vostra giornata. E c'è anche chi si dota proprio di un social media manager, incaricato di documentare l'evento sul web dal prima al dopo. I costi? Per un servizio fotografico - incluso l’album per gli sposi e quello per i genitori di entrambi - si spendono in media 785€. Al Nord si spende di più considerando che – escluse le città di Roma e Milano dove il servizio è più caro in assoluto - a Genova i costi medi si aggirano intorno agli 830€ e a Torino agli 815€ .

5. Back to the seventies - Guardato il vestito, quello che si nota di più è l’acconciatura della sposa. In linea con la tendenza dei matrimoni boho-chic, i capelli si ispirano agli anni ’70 e si punta su una chioma il più possibile sciolta e naturale, ma ricercata. Via libera al flower power romantico ed elegante e ai raccolti giocati sul must di stagione, la treccia, in tutte le sue declinazioni. Le acconciature possono costare fino a 350€, come avviene a Napoli, mentre Torino è la città in cui la pettinatura della sposa costa meno: “solo” 100 euro.

6. Intrattenimento circense - Il matrimonio 2016 è caratterizzato dalla voglia di stupire gli ospiti con numeri di giocoleria ed equilibrismo, portando un pizzico di allegria e un po’ di arte circense nel giorno più speciale. Via libera quindi a sputafuoco, nani, trampolieri, equilibristi, acrobati, clown e statue viventi. Insieme riescono a creare una cornice suggestiva, magica ed originale per rendere indimenticabile qualsiasi cerimonia. Per essere originali e spendere meno, bisogna andare a Palermo, Cagliari o Napoli qui il circo matrimoniale costa, rispettivamente, 165 euro, 185 euro e 205 euro.

7. E alla fine… tutti a ballare - E come concludere l’evento se non con un DJ che faccia ballare tutti fino a notte fonda? Anche per il 2016 si conferma la tendenza di assumere un professionista che faccia divertire gli ospiti e li coinvolga in una festa musicale! Il suggerimento in più: abbinate alla musica un impianto luci e anche gli ospiti più timidi saranno pronti a scatenarsi. Gli sposi ballerini che dovranno spendere di più sono quelli di Bari e Firenze; dovranno mettere a budget in media 425 euro. Quanto costa, in tutto, seguire i 7 wedding trends del 2016? Fra le 10 città campione, quella in cui creare una cerimonia di tendenza costa di più è Roma, qui concedersi tutti e 7 i must del matrimonio dell’anno costa 7.855 euro, seguita da Milano in cui si spendono 7.560 euro e Genova in cui essere alla moda costa 6.935 euro.

Ecco una tabella con i costi in euro da sostenere per seguire i wedding trends nelle 10 città italiane prese a campione:

matrimonio tabella
 

 

 

 

CONSIGLI CONTRO LO STRESS DA MATRIMONIO

Infine, per non farsi sopraffare dallo stress che nelle settimane precedenti assale gli sposi, Adele Casella, farmacista esperta in omeopatia, fitoterapia e nutrizione a Segrate, suggerisce di fare ricorso ai medicinali omeopatici: “Offrono una risposta rapida ed efficace nel trattamento dei disturbi che possono presentarsi in un periodo di impegno fisico e mentale, sono ben tollerati da tutti, indipendentemente da sesso ed età, e non presentano generalmente effetti collaterali grazie alle loro elevate diluizioni”.

1) Stress da matrimonio
“Nel caso in cui i preparativi creino un po’ di ansia e stress, consiglio di assumere Datif PC, medicinale omeopatico efficace per il trattamento degli stati ansiosi ed emotivi con sintomi psico-somatici quali irritabilità, nervosismo, disturbi del sonno correlati, cefalea muscolo tensiva, bruciore gastrico e stanchezza. Si tratta di un complesso che contiene 6 medicinali omeopatici tradizionalmente utilizzati per curare questi problemi e che permette di ritrovare la calma in momenti di forte stress psicofisico. Suggerisco alle miei clienti di assumerne 2 compresse da sciogliere in bocca, 3 volte al giorno”, conclude la dott.ssa Casella.

2) E chi dorme più?
Non c’è niente di più comune della difficoltà a prender sonno in un periodo di stress. Questo disturbo non va sottovalutato perché può causare irritabilità, calo dell’attenzione e stanchezza cronica. Una buona qualità del sonno è indispensabile per arrivare perfettamente riposate al giorno del proprio matrimonio e goderselo appieno. Anche in questo caso i medicinali omeopatici possono essere d’aiuto. “Se la futura sposa non prende sonno perché non riesce a smettere di pensare ai preparativi o ai particolari della cerimonia, consiglio Gelsemium 15 CH e Argentum nitricum 15 CH. A chi soffre invece di improvvisi risvegli alle tre di notte, consiglio Nux vomica 15 CH. Di tutti e tre i medicinali, consiglio di assumere 5 granuli prima di coricarsi, somministrazione da ripetere durante la notte se necessario. Se invece l’insonnia è legata a eccessiva stanchezza mentale suggerisco Kalium phosphoricum 15 CH, 5 granuli la sera prima di coricarsi”, afferma la dott.ssa Casella.

3) Se spunta l’herpes prima del fatidico “sì”
Immancabile durante i periodi di stress e affaticamento, l’herpes ricompare con facilità nei soggetti predisposti. “Alle future spose che dovessero soffrire di questo disturbo, non appena sentono il pizzicorio tipico che precede l’eruzione sul labbro, indico Rhus toxicodendron 15 CH, di cui ne vanno assunti 5 granuli 3 volte al giorno insieme ad Apis mellifica 15 CH, 5 granuli ogni ora”, suggerisce la dott.ssa.

4) Occhi arrossati durante la cerimonia
Quale futura sposa può essere certa che non verserà nemmeno una lacrima durante la cerimonia più emozionante della sua vita? “Se le lacrime, oppure una giornata particolarmente assolata o per contro fredda e ventosa dovessero irritare l’occhio”, spiega la dott.ssa Casella, “suggerisco di tenere nel proprio necessaire, insieme agli immancabili fazzolettini di carta, Euphralia, un collirio omeopatico composto da due sostanze attive tradizionalmente utilizzate dalla farmacologia omeopatica nel trattamento dei più frequenti disturbi dell’occhio: Euphrasia officinalis 3 DH e Chamomilla vulgaris 3 DH. Euphralia agisce sui sintomi infiammatori dell’occhio: arrossamento, bruciore, lacrimazione, sensazione di sabbia nell’occhio e fotofobia, riducendo la sintomatologia. La sposa che dovesse rendersi conto di aver gli occhi arrossati potrà dunque instillare 1-2 gocce del collirio fino a 6 volte durante l’arco della giornata. Ricordo che Euphralia può essere utilizzato anche dalle portatrici di lenti a contatto, particolare molto comodo durante il giorno del matrimonio”. Così anche le foto ricordo saranno perfette!

5) Tacchi vertiginosi senza gambe e piedi gonfi 
È vero che il giorno del matrimonio gli sposi hanno un’energia inspiegabile, ma è pur vero che le scarpe nuove (probabilmente tacchi) della sposa possono rendere i saluti da un tavolo all’altro un vero calvario. “A chi sa di soffrire di pesantezza agli arti inferiori consiglio di prepararsi al giorno della cerimonia assumendo fin da un paio di mesi prima del giorno fatidico Vipera redi 15 CH, 5 granuli 3 volte al giorno, che aiuta in caso di gonfiore alle estremità”, spiega la dott.ssa Casella e conclude: “suggerisco inoltre di tenere in borsetta un gel a base di Arnica montana, da applicare localmente nel caso, a fine giornata, si sentissero le gambe e i piedi appesantiti”. In questo modo niente potrà esimervi dall’ultimo ballo!

Tags:
matrimonio quanto costamatrimonio idee tendenzequanto costa sposarsi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.