A- A+
Royal Family News
L’anno nero della Royal Family: lutti, Euro 2020 e vicende giudiziarie

Il 2021 è pronto a congedarsi, e la Royal Family sarà felice di salutarlo. Un anno nero per la corona britannica

Quello che sta per finire per la famiglia reale britannica è stato un anno poco fortunato. Tra i lutti che la regina Elisabetta ha vissuto e le vicende giudiziarie che hanno mozzato il fiato dei reali inglesi, ripercorriamo le tappe che hanno consegnato ai secondi 12 mesi martoriati dalla pandemia l'insegna di anno nero della royal family.

Il ricovero del principe Filippo

I primi mesi dell’anno si sono aperti con il ricovero del principe Filippo, il consorte di Elisabetta II che a giugno avrebbe compiuto 100 anni, al King Edward VII’s Hospital di Londra. E’ il 17 febbraio quando un comunicato di Buckingham Palace annuncia un malore e un ricovero “precauzionale”. Già nel 2019 Filippo era stato per qualche giorno in ospedale.

Scacco matto alla regina 

Un’intervista di circa due ore rilasciata dal principe Harry e dalla moglie Meghan Markle a Oprah Winfrey, trasmessa sulla Cbs il 7 marzo, segna un brutto e inatteso risveglio per la corona britannica che, a occhi ancora semichiusi, si trova subissata dagli insulti di tutta America. Una “bomba” senza precedenti sganciata dai Sussex, ospiti di uno dei salotti di punta della tv a stelle e strisce. Una sorta di resa dei conti in cui Meghan, la Rachel di Suits, svela dettagli inediti come le nozze segrete a tre giorni dal rito ufficiale, "solo per loro", e si leva diversi sassolini dalle scarpe.

Tra questi i motivi che l’hanno spinta a trasferirsi con Harry a Los Angeles e cambiare vita, le preoccupazioni dei reali per il colore della pelle di suo figlio Archie prima che nascesse, i pensieri suicidi avuti a causa della copertura mediatica britannica su di lei, senza che le venisse permesso di ricevere aiuto. Harry dal canto suo rivela a Oprah di essersi sentito "intrappolato dal sistema". Della madre Diana dice: "Non riesco a immaginare come sia stato per lei affrontare tutto da sola".

I media rispondono subito, ma si distingue in particolare la reazione della stampa britannica. Piers Morgan, giornalista televisivo si scagliò contro Meghan accusandola di "tradimento vergognoso alla regina e alla famiglia reale". Dopo una pioggia di critiche il conduttore si dimise da Itv, e Harry e Meghan fecero scattare un procedimento sanzionatorio da parte dell'Ofcom, l'autorità inglese competente e regolatrice per le società di comunicazione. Morgan viene poi assolto da quest'ultima che gli riconoscerà, pur censurando le sue parole come "potenzialmente offensive" e "animate da toni di disprezzo", il diritto di opinione.

Accuse di bullismo a Meghan

A pochi giorni dall’intervista da Oprah sul Times spuntano gravi accuse di bullismo contro la moglie di Harry, “Meghan bullizzava gli assistenti fino alle lacrime”. Un caso risalente al 2018 e al vecchio staff. Jason Knauf, allora capo della comunicazione di Meghan e Harry, riferì che la duchessa aveva un comportamento prepotente nei confronti dello staff e che non si riusciva a trovare, infatti, "personale disposto a lavorare per lei”. Un altro colpo basso per Buckingham Palace. Il palazzo apre un’inchiesta per far luce sulla vicenda, e incarica uno studio legale esterno. Meghan respinge ogni accusa, definendola una studiata campagna denigratoria, ma richiede "documenti, mail e messaggi di testo" relativi alle accuse in modo da poterli smentire. La regina delega a Carlo di seguire il caso e riunire il materiale.

La morte del principe Filippo

Il colpo più duro di questo anno difficile per la regina. Il principe Filippo, duca di Edimburgo e consorte della regina Elisabetta II, si spegne a 99 anni il 9 aprile. Filippo era stato ricoverato a metà febbraio. Dimesso il 16 marzo, era tornato al castello di Windsor, dove ha passato la maggior parte del tempo nell'ultimo anno, in isolamento, a causa dell'epidemia di coronavirus. Lascia quattro figli, otto nipoti e 10 pronipoti. Convolò a nozze con Elisabetta nel 1947. Il loro matrimonio, durato oltre 70 anni, è stato il più longevo di quello di qualsiasi altro monarca britannico.

Harry contro Carlo

In una nuova intervista (podcast) il principe Harry rincara la dose sulla famiglia reale. Il secondogenito di casa Windsor spiega di essersi trasferito in California per “spezzare il ciclo di dolore e sofferenza” alimentato dai famigliari. Il principe – padre di Archie, 2 anni, e in attesa di Lilibeth Diana, nata in estate – sviscera le difficoltà incontrate nella sua educazione, collegandole al modo in cui è stato cresciuto suo padre, il principe di Galles. Il duca definisce la sua sua vita a corte come "un misto tra il Truman Show e l'essere in uno zoo", facendo riferimento al film del '98 che ripercorre la vita di un uomo all’interno di un reality tv, ignaro di essere osservato da una platea di milioni di persone.

Diana, l'intervista della Bbc del 1995 fu estorta

Un altro dolore per la casa reale di Inghiterra. La conferma che l'intervista del 1995 della Bbc alla principessa Diana, quando sul divorzio da Carlo dichiarò "eravamo tre in quel matrimonio", riferendosi a Camilla Parker-Bowles, fu estorta. La Bbc non fece abbastanza "per rispettare gli elevati standard di integrità e trasparenza che sono il suo segno distintivo", ha concluso lo scorso maggio l'inchiesta avviata dalla stessa emittente pubblica britannica per fare chiarezza su come Martin Bashir, firma dell’intervista, indusse Lady D a confidarsi. La Bbc si è scusata "in modo assoluto e incondizionato". William riferì che l'intervista significò una "falsa narrazione" sulla madre e che contribuì “a peggiorare la relazione tra i miei genitori”. "Da allora - aggiunse - ha ferito un numero innumerevole di persone".

Harry contro William, il problema è Meghan

A giugno diventa di dominio pubblico una conversazione telefonica "furiosa" tra i due fratelli avvenuta dopo che William riceve una nota del segretario alle comunicazioni di Kensington Palace, Jason Knauf (di cui sopra), con il dettaglio delle numerose lamentele ricevute da parte dello staff sul comportamento della duchessa. Harry al telefono con William difende la moglie Meghan Markle e riattacca il telefono in faccia al fratello. Secondo quest'ultimo l'ex attrice era "ostile al sistema reale" e aveva pianificato di lasciare la monarchia e tornare in America fin dall'inizio. A riportarlo è il libro Battle of brothers dello storico britannico Robert Lacey, che sottolinea le difficoltà dell’ultimo periodo a Buckingham Palace per il secondogenito di Carlo e Diana e per la moglie.

Euro 2020, la sconfitta dell'Inghilterra 

La sconfitta agli europei di calcio inflitta dall’Italia di Mancini all’Inghilterra nella finale di domenica 11 luglio 2021 conferma una volta di più il 2021 come anno funesto dalle parti di Buckingham Palace. L’Italia batte l’Inghilterra 4 a 3 ai calci di rigore. Basti pensare che il 72enne principe di Galles Carlo, a pochi giorni giorni, aveva annunciato di non seguire la partita in diretta tv per l’eccessivo materiale emotivo: “Un po’ troppo per i miei nervi”.

Gli attacchi a George 

Dopo la sconfitta di Euro 2020 nel mirino delle polemiche finisce anche il piccolo figlio di Kate e William, George, in tribuna con loro durante l’evento sportivo, che ha compiuto 8 anni lo scorso 22 luglio. Tanto da spingere i genitori a sottrarlo agli occhi indiscreti dei riflettori e a passare le vacanze estive in una località il più possibile lontana dal pubblico. Alcuni tifosi inglesi nei giorni successivi alla finale di Wembley, infatti, su Twitter si scagliano contro il primogenito della coppia, qualcuno per l’outfit che ricalcava quello del padre, accusato di voler creare una sorta di copia in miniatura di sé stesso, qualcun altro perché George non indossava la maglia dell'Inghilterra. Arrivò anche un invito a bullizzare il bambino a scuola “perché cresca da persona normale”.

Il principe Andrea a processo per stupro

Come se non bastasse, il secondo figlio maschio della regina Elisabetta finisce a processo per stupro, coinvolto nello scandalo Epstein. Il terzogenito di Elisabetta è stato accusato da Virginia Roberts, una minore all'epoca dei fatti, di averla abusata a villa Epstein. La donna lo accusa di avere abusato per tre volte di lei nel 2001 e sporge denuncia al tribunale di Manhattan. Una tegola pesante per la famiglia reale se si considera che non era mai accaduto che un alto esponente della royal family britannica andasse a giudizio e per accuse di questa portata. La prima accusatrice nel processo in corso a Nyc alla socialite Ghislaine Maxwell, per traffico sessuale di minorenni, ha testimoniato che quando il finanziere Jeffrey Epstein la portò a Mar-a-Lago e la presentò a Trump, lei aveva 14 anni, anche il principe Andrea era sull’aereo.

The Princes and the Press, il documentario della Bbc non piace a corte

Dopo l'uscita a novembre del primo episodio del documentario della Bbc The Princes and the Press, sul retroscena dei rapporti di William e Harry con i media e tra di loro, viene diffuso un comunicato ufficiale siglato da Elisabetta, Carlo e Harry secondo cui "il documentario si basa su una serie di esagerazioni e fatti non provati". La sovrana avrebbe preferito essere consultata dall'emittente prima della messa in onda.

Intanto, piccola vittoria per Harry, il termine "megxit" è bandito dalla Bbc. La parola, usata sin dai primi mesi del 2020 dai media per riferirsi all’allontanamento dei duchi di Sussex da Buckingham Palace, inserita nel Collins English Dictionary tra i 10 neologismi dell'anno, non sarà più usata dalla televisione nazionale britannica. E' stata rimossa anche dai nuovi episodi di The Princes and the Press. Harry ha sempre ritenuto il termine "sessista" perché attribuiva "solo a Meghan la responsabilità della rottura" con la sua famiglia.

Un nuovo lutto per Elisabetta

A qualche settimana fa risale un altro lutto per la regina Elisabetta. Quello della cara amica Ann Fortune FitzRoy, duchessa di Grafton, scomparsa all'età di 101 anni. Inizialmente Ann è la dama di compagnia della regina ma man mano diventa responsabile delle dame di compagnia reali e poi sovrintendente delle cerimonie ufficiali. Ben presto le due sono legate da un'autentica amicizia che ha resistito ben 68 anni e che ora sancisce il peso della perdita per la sovrana 95enne.

Natale senza i tradizionali festeggiamenti a Sandringham

Anche il Natale, infine, quest'anno a casa Windsor sarà un po' complicato e più triste. Elisabetta trascorrerà le festività per la prima volta senza Filippo al suo fianco, e inoltre ha dovuto rinunciare all'affetto della sua famiglia al completo, senza i tradizionali festeggiamenti a Sandringham per via della variante Omicron (l'invito era esteso a Harry e Meghan).

La tenuta di Sandringham, nella contea di Norfolk, è proprio quella delle scene di Spencer, il biopic su Diana diretto da Pablo Larraín con Kristen Stewart nei panni della principessa. La pellicola, che arriverà nelle sale italiane il 20 gennaio 2022, racconta il weekend di Natale del 1991 in cui Lady D, con l'intera famiglia reale riunita nella tenuta come da tradizione, maturerà la decisione di lasciare Carlo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
diana spencerelisabetta iiharry e meghanprincipe filipporoyal familywilliam e kate





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.