A- A+
Costume
Salute e benessere, la nuova tendenze? L'olio di semi spremuto in casa

Gli oli di semi (grassi polinsaturi) sono ricchi di vitamine, minerali, enzimi, grassi “buoni” fondamentali per la salute. In particolare gli acidi grassi polinsaturi svolgono un ruolo fondamentale nella costituzione e integrità delle membrane cellulari, nel corretto funzionamento del sistema cardiovascolare, del cervello e del sistema ormonale, così come nella regolazione dei processi infiammatori. Il loro assorbimento scatena, con l'ausilio di numerosi enzimi, una cascata di reazioni chimiche che consentono al corpo di produrre sostanze primordiali per il suo corretto funzionamento.

Per questo LUMEN, Scuola di Naturopatia, promuove e consiglia Yoda, la prima spremitrice di olio per uso domestico, di cui è rivenditore esclusivo per l’Italia. Questa macchina ha la caratteristica esclusiva di mantenere integre le proprietà dei semi. Per chi desidera un’alternativa di qualità all’olio di oliva, per chi ha a cuore la qualità di ciò che ingerisce, per chi vuole mantenersi in salute senza rinunciare a gusto e sapore, questa è un’ottima opportunità per ottenere un olio spremuto a freddo e un prodotto buono privo di conservanti. L’olio di semi che ne deriva è ricco dei suoi principi vitali, è un prodotto naturale, senza trattamenti, con un aroma gustoso e integrale.

Yoda è una macchina compatta con un motore potente perché è stata progettata con l’obiettivo di mantenere le caratteristiche di una solida spremitrice industriale. Ha diversi programmi preimpostati per semplificare ed agevolare l’attività di chi sceglie di spremere e ricavare un olio di qualità a casa propria. Chi vuole spremere un seme, sceglie il programma selezionando un pulsante adatto a seconda dell’ingrediente scelto.  Alcuni programmi sono già impostati: arachidi, sesamo, semi di girasole, semi di colza, semi di lino, noci, mix. La struttura degli ingredienti determina la temperatura utilizzata per riscaldare un albero di estrusione che si trova all’interno dell’apparecchio e per applicare la pressione necessaria alla spremitura. A ogni programma corrisponde uno degli ingredienti che comunemente vengono utilizzati. Se non c’è nell’elenco l’ingrediente specifico, è possibile scegliere l’impostazione “mix” che va bene per ogni tipo di seme. Yoda è una pressa a freddo con componenti in acciaio.

yoda rosso
 

Yoda ha un'alta efficienza di spremitura (resa): può essere infatti estratto fino all'80% dell’olio contenuto nel seme. La quantità di olio che si può ottenere varia quindi dalla tipologia del seme (grandezza) e dalle sue caratteristiche intrinseche (% di olio contenuto). Per esempio girasole e sesamo contengono il 50% di olio, il lino il 40%, semi di zucca il 30% mentre noci e nocciole  hanno una percentuale di olio quasi del 60%  A seconda degli ingredienti, il tempo necessario per spremere 100 g di prodotto varia dai 3 ai 5 minuti (ad esempio il tempo impiegato per ottenere l’olio di sesamo è inferiore a quello necessario per l’olio di noci). Poiché utilizza una tecnologia di spremitura a freddo, l’olio che esce è un olio puro, non raffinato, che preserva tutti gli elementi importanti quali enzimi, vitamine, minerali e acidi grassi. Si tratta di un olio che conserva tutti i naturali sapori e profumi del seme. L’olio fresco che viene ricavato non è chiaro; contiene sedimenti che si depositeranno sul fondo del contenitore mantenendo un profumo fragrante ed un sapore naturale che consentono di esaltare i cibi ai quali viene mescolato. Questo apparecchio è in grado di estrarre l’olio da: semi di girasole, semi di zucca, arachidi, noci, nocciole, noci di macadamia, sesamo, semi di lino, semi di chia, canapa, cocco disidratato e olive crude.

Lo scarto: quello che erroneamente viene definito “scarto” in realtà è composto dalla parte fibrosa e proteica del seme, può quindi essere riutilizzato per arricchire ogni pietanza: per esempio come fiocchi nella prima colazione, spolverato sulle insalate, addirittura miscelato nell'impasto del pane fatto in casa. L'estrazione dell'olio avviene per mezzo dell'estrusore: a volte gli scarti (la parte fibrosa), specialmente se stiamo lavorando semi particolarmente duri, sono talmente asciutti da non poter essere eliminati così come sono. In questo caso, Yoda scalderà l’albero di estrusione anche fino a 100° C, in modo da espellere correttamente la fibra. Il riscaldatore si trova nella parte finale della macchina mentre l'olio cola nello stadio precedente attraverso delle particolari fessure.

Così facendo non avremo specifiche alterazioni nella temperatura dell'olio. 

www.bioshop.naturopatia.org; http://it.yodaeurope.eu

Tags:
yoda spremitrice oliospremitrice olio semispremere olio semi a casaolio semi fatto in casa
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid

Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.