A- A+
Cronache
Ex Ilva, operaio licenziato da Mittal. "Giorgetti non l'ha incontrato. Grave"

Ex Ilva, Vianello: "Grave che Giorgetti non abbia incontrato l'operaio licenziato da Mittal".

Giovanni Vianello, il deputato tarantino del M5S, si è pronunciato sulla vicenda dell'operaio licenziato da ArcelorMittal per un post su facebook in cui invitava a vedere la fiction 'Svegliati amore mio' con protagonista l'attrice Sabrina Ferilli, richiamando al tema sull'inquinamento a Taranto, interpretato dalla Mittal come un attacco all'azienda. “È grave che il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti non abbia voluto incontrare Riccardo Cristello", commenta Vianello, "oggi in presidio davanti al Mise insieme ad alcune personalità del mondo dello spettacolo tra cui i registi della serie Simona Izzo e Ricky Tognazzi”. “La richiesta al ministro - che segue direttamente la vertenza - è arrivata da parlamentari di tante forze politiche: ci aspettavamo un segnale di vicinanza al lavoratore dopo l’atto intimidatorio dei vertici dell’azienda indiana: è evidente che quel licenziamento è un messaggio a tutti i lavoratori e questo non è accettabile” conclude.

Ex Ilva, il presidio al Mise a difesa del lavoratore licenziato per il post su facebook. 

Presidio dell'Usb davanti al ministero dello Sviluppo economico a difesa di Riccardo Cristello. Malgrado Ricky Tognazzi, regista della fiction, l'assessore di Taranto Francesca Viggiano e lo stesso Cristello siano rimasti fino all'ultimo al sit-in organizzato questa mattina dall'Usb a cercare di interloquire per un incontro al Mise, il ministro dello sviluppo economico Giorgetti non ha ricevuto l'operaio spiegando di avere impegni istituzionali inderogabili. "È molto grave - ha spiegato all' Adnkronos il senatore Gianluigi Paragone - perché Invitalia controlla l'ex Ilva e siede al fianco di ArcelorMittal e di fatto rischia di diventare compartecipe al licenziamento se non prende una posizione netta e chiara". Dopo le parole di vicinanza del ministro del Lavoro Andrea Orlando e dell'attrice Sabrina Ferilli, che si era detta disposta a pagare le spese legali per Cristello e uno stipendio, esponenti del mondo dello spettacolo e alcuni politici di maggioranza e opposizione si sono ritrovati questa mattina al sit-in per ribadire un fermo no a quello che definiscono 'licenziamento d'opinione' e difendere così la libera manifestazione del pensiero. "L'azienda - spiega Tognazzi - ha motivato il licenziamento sulla base dell'obbligo di fedeltà cui il lavoratore sarebbe venuto meno. Ma Cristello non ha attaccato ArcelorMittal e la fiction, di cui io sono regista, racconta una storia in cui non si fa riferimento all'azienda. Colpisce l'idea semmai che si affermi una logica per cui tu lavori se chiedi scusa, tu vieni reintegrato se abiuri".

Commenti
    Tags:
    ilvavianello
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.