A- A+
Cronache
Appendino condannata a 1 anno e 6 mesi per lesioni e omicidio colposi

Dice di provare "amarezza" la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che in un lungo post su Facebook commenta la condanna per i fatti di piazza San Carlo. Appendino sottolinea di non avere intenzione di sottrarsi alle responsabilita', ma "e' altrettanto vero che oggi devo rispondere, in quanto sindaca, di fatti scatenati da un gesto - folle - di una banda di rapinatori", aggiunge sostenendo che sul "difficile ruolo dei sindaci forse andrebbe aperta una sana discussione". Appendino conclude dicendosi "fiduciosa di riuscire a far valere le nostre tesi nei prossimi gradi di giudizio". 

E' stata condannata a 1 anno e 6 mesi la sindaca di Torino Chiara Appendino, imputata per disastro, omicidio e lesioni colpose in relazione ai fatti avvenuti in piazza San Carlo il 3 giugno 2017, quando durante la proiezione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid si scateno' il panico, con un bilancio finale di due vittime e oltre 1.500 feriti. Stessa condanna per gli altri cinque imputati: l'ex questore Angelo Sanna, l'ex capo di gabinetto Paolo Giordana, l'ex presidente di Turismo Torino Maurizio Montagnese e per l'architetto Enrico Bertoletti, che si occupo' di parte della progettazione dell'evento. 

"Dopo aver servito per 47 anni lo Stato e aver rispettato le sentenze è giusto che anche oggi rispetti questa decisione". Così l'ex questore di Torino Angelo Sanna, condannato a 1 anno e 6 mesi per i fatti avvenuti in piazza San Carlo il 3 giugno 2017, quando durante la proiezione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid si scatenó il panico con un bilancio finale di due vittime, Erika Pioletti e Marisa Amato, e oltre 1.500 feriti. Sanna, che era imputato per disastro, omicidio e lesioni colpose, ha poi aggiunto: "La legge dà la possibilità di fare ricorso, aspettiamo di leggere le motivazioni e poi decideremo con i miei avvocati cosa fare". 

Il commento di Luigi Di Maio su Facebook

"Conosco bene Chiara Appendino e proprio in questi momenti, sicuramente difficili, ha bisogno del sostegno di tutti noi. È arrivata la notizia della condanna in primo grado per lei per i tragici fatti avvenuti in piazza San Carlo a Torino durante la partita Juventus - Real Madrid. La giustizia farà il suo corso e spero che lei possa dimostrare la sua innocenza. Intanto le mando un grosso abbraccio. È una persona straordinaria, di cui mi fido e mi continuerò a fidare. Tutti noi conosciamo il tuo valore, Chiara. Non sei sola."

 

Conosco bene Chiara Appendino e proprio in questi momenti, sicuramente difficili, ha bisogno del sostegno di tutti noi....

Pubblicato da Luigi Di Maio su Mercoledì 27 gennaio 2021
Commenti
    Tags:
    appendinoappendino condannatapiazza san carlo
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Salvini pranza con Francesca "Prendo carne cruda". VIDEO

    Dolce vita romana

    Salvini pranza con Francesca
    "Prendo carne cruda". VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e gelo. COLPO CRUDO DI...

    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e gelo. COLPO CRUDO DI...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.