A- A+
Cronache
Arrestata la cantante Ana Bettz: "Faceva affari con la Camorra"

Descritta come un'imprenditrice illuminata e capace di generare soldi, moglie del defunto petroliere Sergio di Cesare, Ana Bettz, pseudonimo di Anna Bettozzi, è stata arrestata in seguito all'operazione “Petrolmafie Spa” condotta dalle Procure di Roma, Napoli, Catanzaro e Reggio Calabria. L'indagine andava avanti da diverso tempo.

Palchi e scene calcate con l'atteggiamento di una consumata rock star, indossatrice e atteggiamento da diva de noantri, la Bettz era famosa più che altro per le sue frequentazioni vip e pseudovip e per i video in cui veniva intervistata da Enrico Lucci, a modo suo, per le Iene.

 

Le accuse mosse a suo carico sono molto pesanti. Si passa dall'associazione per delinquere alla falsa fatturazione, fino al riciclaggio e ad altri reati di natura tributaria. Tutto aggravato dall'accusa di aver favorito tre clan Camorristi, i Casalesi i Moccia e i Micola.
La maxi evasione fiscale a cui avrebbe partecipato la donna sarebbe pari a circa 185 milioni di euro.

Secondo l'accusa l'associazione criminale, che aveva uno stampo quasi a conduzione familiare, “impiegava a fini illeciti i mezzi e il personale di Max Petroli Italia (attualmente Made Petrol), al fine di commercializzare ingenti quantità di prodotto energetico in regime di non imponibilità Iva o con accisa ribassata”. Inoltre, “pianificava le condotte necessarie per la consumazione degli illeciti in punto di frode Iva e accise, nonché per perpetrare i delitti di corruzione e istigazione alla rivelazione di segreti d’ufficio e progettava la costituzione di società, passaggi di cariche e partecipazioni che permettessero di far cadere su altri le responsabilità dei reati consumati e tenere indenni da indagini i componenti del sodalizio; si occupava della raccolta, distribuzione ai sodali e reinvestimento dei proventi illeciti”.

Insomma, non proprio bruscolini. E insieme alla Bettozzi, agli arresti sono finiti anche la figlia Virginia Di Cesare (domiciliari), l'altro figlio Roberto Strinia, il nipote Filippo Maria Bettozzi, il compagno della figlia Felice D'Agostino e l'avvocato della società dell'imprenditrice, Ilario D'Apolito, anch'egli agli arresti domiciliari.

Di sicuro in molti si staranno chiedendo chi è Ana Bettz. Di sicuro non ha la fama, e nemmeno le qualità artistiche, di un mostro sacro come Madonna. E nemmeno quelle di stile di Naomi Campbell. Ma si era ritagliata una piccolissima fetta nel panorama della notorietà più popolare partecipando ad alcune trasmissioni tv come 'Quelli che il Calcio' e, come detto, soprattutto grazie all'ironia tagliente di un vero mostro sacro, Enrico Lucci.

Commenti
    Tags:
    camorracasalesiriciclaggiomadonnaenrico lucci
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il vaccino preferito dagli italiani? Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    Covid vissuto con ironia

    Il vaccino preferito dagli italiani?
    Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati

    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.