A- A+
Cronache
Bimba morta per una diagnosi errata. “Ha un altro figlio, va risarcita meno"

Bologna, bimba morta per diagnosi sbagliata. La richiesta dell'ospedale: "Date alla madre un risarcimento minore, ha un altro figlio"

Una perdita inimmaginabile, quella subita da Barbara Speranza, che ha visto sua figlia di quattro anni e mezzo morire tra le sue braccia nel reparto di osservazione breve pediatrica del policlinico Sant’Orsola di Bologna la notte tra il 20 e il 21 ottobre 2020.

La piccola, riporta il Corriere della Sera, vomitava e accusava forti mal di pancia già dal giorno prima, ma dopo un primo accesso in pronto soccorso il 19 ottobre, fu rimandata a casa con una diagnosi di gastroenterite. Il giorno dopo però le sue condizioni peggiorarono ancora e la mamma la riportò in pronto soccorso pediatrico ma la diagnosi non cambiò, fu tenuta in osservazione fino alla notte quando tra dolori fortissimi la piccola morì senza che nessuno tra le due pediatre, un chirurgo e un radiologo che l’avevano visitata si fosse accorto che invece aveva un’occlusione intestinale. Un problema che avrebbe potuto essere risolto con un’operazione chirurgica. Tre medici sono stati condannati per omicidio colposo in primo grado (con rito abbreviato) a dicembre 2022, perché, hanno stabilito i giudici, sottovalutarono le condizioni cliniche e non valutarono correttamente né i sintomi né la storia clinica della bambina.

LEGGI ANCHE: Schiacciata mentre dormiva nel lettone: morta bimba di 4 mesi a Vicenza

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bimbabolognadiagnosierratafigliomortarisarcimento
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa

Forti tensioni a Palazzo

William e Kate, aria di divorzio. Crisi per la malattia della duchessa


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

My CUPRA App: la ricarica elettrica diventa più semplice

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.