A- A+
Cronache
Blitz contro la mafia pugliese, fermata l'ascesa del boss Lamendola. Esclusivo
Auto dei Carabinieri

Maxi blitz contro la mafia pugliese, dall'agguato del 2020 al controllo del territorio: i dettagli 

Non più Pino Rogoli, il piastrellista mesagnese fondatore della Sacra corona unita, Francesco Campana, Massimo Pasimeni o Antonio Vitale, ma Gianluca Lamendola, nipote di Carlo Cantanna, paragonato dagli affiliati al capomafia napoletano Emanuele Sibillo di Forcella soprannominato ES17. Insomma, un esaltato di Gomorra che del baby boss Sibillo emula anche il look: testa rasata e lunga barba, come i jihadisti.

È lui il nuovo boss di cui è stata fermata l’ascesa nella maxioperazione antimafia messa a segno all’alba del 18 luglio in Puglia, e che ha toccato tutte e sei le province (Foggia Bari, BAT, Taranto, Lecce e Brindisi) con l’arresto di 22 persone, 21 in carcere e uno ai domiciliari.

GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE 

 

Uno scacco al clan Cantanna- Lamendola che disegna la nuova mappa del crimine pugliese messo a segno dal nucleo Operativo e radiomobile della compagnia dei carabinieri di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi, con l’individuazione di un nuovo sodalizio che va ad aggiungersi e, forse, a sostituirsi a quelli storici.

LEGGI ANCHE: Puglia, Sacra Corona Unita, tentato omicidio e droga: maxi blitz antimafia

Ventidue persone che, a vario titolo, dovranno rispondere di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al narcotraffico, tentato omicidio, detenzione e porto illegale di armi da fuoco e da guerra, violenza privata, lesioni personali, estorsione, ricettazione, danneggiamento seguito da incendio e autoriciclaggio, tutti aggravati dal metodo mafioso, produzione, coltivazione, spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale.

Operazione antimafia in PugliaBase operativa
 

 

Operazione antimafia in PugliaEstorsioni
 

D’altronde, dal nipote di Carlo Cantanna, che ha ammazzato Tommaso Marseglia nel 2001 con due colpi di fucile solo perché lo ha schiaffeggiato davanti ai suoi affiliati cosa ci si poteva aspettare? Stessa spietatezza e violenza, venuta anche a galla in alcuni episodi di tortura cui Gianluca Lamendola ha sottoposto le sue vittime.

Operazione antimafia in Puglia

 

Operazione antimafia in PugliaArmi
 

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Cronache

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


in vetrina
PIcchi fino a 40 gradi (ecco dove). Ma poi nubifragi e grandinate

PIcchi fino a 40 gradi (ecco dove). Ma poi nubifragi e grandinate





motori
Alpine sfida e delusione a Le Mans: ritiro doppio per guasti

Alpine sfida e delusione a Le Mans: ritiro doppio per guasti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.