A- A+
Cronache
Caso Palamara, Di Matteo: "Nomine? Criterio di appartenenza simile alla mafia"

Caso Palamara, Di Matteo: "Nomine? Criterio di appartenenza simile alla mafia"

Il caso Palamara non si spegne. L'ex boss di Unicost a processo a Perugia per corruzione, resta un argomento caldo. A conferma di questo, arrivano le pesanti accuse del pm Nino Di Matteo, che in'un'intervista concessa a Non è l'Arena su La7 si toglie parecchi sassolini dalla scarpa. "Le nomine dettate dalle correnti sono molto simili al metodo mafioso". Non usa mezze parole il consigliere del Csm nell’assestare - si legge sul Giornale - l’ennesimo colpo alle correnti della magistratura. L’attacco più forte è il paragone tra l’influenza delle correnti nelle nomine e il metodo mafioso. "Io dissi e lo affermo anche oggi che privilegiare, nelle scelte che riguardano la carriera di un magistrato, il criterio dell’appartenenza a una corrente o a una cordata di magistrati è molto simile all’applicazione del metodo mafioso".

Ma quel criterio dell’appartenenza a una cordata per ottenere una nomina, insiste Di Matteo, è appunto "Inaccettabile", tanto che «più che le riforme serve una svolta etica». Di Matteo racconta anche il retroscena dell’intervista concessa ad Andrea Purgatori un anno fa sulla strage di Capaci, quando si ritrova fuori dal pool stragi. «Sono stato estromesso dal gruppo stragi, ho poi verificato dagli atti dell’indagine di Perugia che il dottor Palamara prima che avvenisse questa esclusione si era lamentato che io facessi parte di questo gruppo stragi ed entità esterne, e nel momento in cui venne resa nota la mia estromissione, accolse la notizia con molta soddisfazione".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    caso palamaraprocesso perugia csmmagistratiintercettazioninino di matteomafiametodi mafiosi
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.