A- A+
Cronache
Chi è il mister X dell'inchiesta ligure, lo 007 irrompe nel caso Toti-Spinelli
Aldo Spinelli e Gianluigi Aponte

Inchiesta ligure, i poteri forti internazionali dietro alle concessioni al porto di Genova

L'inchiesta sulla Liguria continua e per il momento i principali indagati restano agli arresti, compreso il governatore Giovanni Toti che però continua a ribadire di non aver commesso illeciti e di voler restare presidente della Regione. Ma spunta una novità clamorosa, il tassello che mancava. Dalle intercettazioni emerge la figura di un "Mister X", si tratta - in base a quanto risulta a La Verità - di uno 007 con un passato nel colosso Psa, la società di Singapore che opera nel porto di Genova in competizione con gli imprenditori Aldo Spinelli (arrestato) e Gianluigi Aponte (non indagato) e ha tutto l'interesse a sabotare la nuova diga foranea e le nuove banchine. Questo mister X, ex salariato della società singaporiana, che nel frattempo è diventato un funzionario della nostra intelligence, avrebbe provato - in base alla ricostruzione del caso fatta da La Verità - a convincere l’ex giornalista del Secolo XIX Giorgio Carozzi, uno dei membri del comitato di gestione dell’Autorità portuale, il politburo dello scalo, a opporsi alla trentennale proroga della concessione del terminal Rinfuse ad Aponte e Spinelli, in vista del cambio di destinazione d'uso.

Leggi anche: Inchiesta Liguria, l'ex ad di Iren Paolo Emilio Signorini resta in carcere

Lo fa come 007, come ex dipendente di Psa o come tutti e due? Viene anche da domandarsi - prosegue La Verità - se ci sia pure lui dietro all’incaglio della proroga durato ben due anni. Nel corso delle indagini gli inquirenti non hanno ritenuto di dover verificare l’identità dell'uomo, né di sentirlo a verbale in veste di testimone. I suoi colloqui con Carozzi vengono considerati confidenziali. Nell'annotazione finale del dicembre 2023 la sua figura compare così: "Nella serata del 25 novembre 2021 Giorgio Carozzi contattava tale (mister X), non meglio identificato, la cui utenza mobile è intestata alla Presidenza del Consiglio dei ministri. E sembrava essere un profondo conoscitore della situazione portuale genovese e Giorgio Carozzi gli diceva di volersi confrontare con lui perché era alla vigilia di un incontro con il sindaco di Genova Marco Bucci sul tema del rinnovo della concessione relativa al terminal Rinfuse". Agli atti dell'inchiesta ci sono tre chiamate in cui suggerisce a un membro del comitato di gestione dell'Autorità portuale come votare.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina





motori
DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

DACIA lancia la sfida della decarbonizzazione di oggi e domani

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.