A- A+
Cronache
Colombia, socio di D'Alema: "Tangenti? Se si vendono navi senza concorso..."

Colombia, Amato punta il dito contro D'Alema: "Faceva tutto lui"

L'inchiesta sulla tentata vendita di armi alla Colombia che ha coinvolto tra gli altri anche l'ex premier Massimo D'Alema e l'ex amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo iscritti nel registro degli indagati, si allarga a macchia d'olio. Rompe il lungo silenzio uno degli indagati, il braccio destro di D'Alema Francesco Amato e le sue parole sono molto nette e chiare e il dito è puntato proprio contro chi ha orchestrato tutta l'operazione: "Se si vendono navi e aerei senza concorso pubblico - dice Amato a La Verità - è scontato che si paghino tangenti, ma non ero io quello che organizzava. Il contatto con la vicepresidente Ramirez? Lo teneva D'Alema, io parlavo con lui che faceva tutto".

Leggi anche: Armi alla Colombia, Il video che incastra D'Alema: "Parte italiana pronta"

Leggi anche: Profumo e D'Alema indagati dalla procura di Napoli per il caso-Colombia

Amato spiega la strategia di D'Alema per chiudere l'affare. Il tutto poi  non è andato in porto - prosegue La Verità - solo perché gli italiani e i colombiani coinvolti non si sono accordati sulla "stecca" da spartirsi, ognuno reclamava una fetta della torta più grande per i suoi: "Se avevo il sentore che sarebbero state pagate delle mazzette? Era scontato che si dovessero versare delle tangenti, ma ci sono tutti i messaggi da cui si vede che non ero io quello che si occupava di queste cose. Se i pm mi convocheranno gli racconterò tutto. Io facevo solo da segretario, chiedevo le cose a D'Alema".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
armi alla colombia
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.