A- A+
Cronache
Coronavirus, cassa integrazione si cambia: rispetto dei tempi o paga l'azienda

Coronavirus, cassa integrazione si cambia: rispetto dei tempi o paga l'azienda

L'emergenza Coronavirus in Italia continua. La fase 3 è cominciata ma a rilento. Ancora molte attività sono chiuse e tanti lavoratori sono a casa. Uno dei principali problemi dovuti a questa crisi economica, conseguenza della pesante pandemia che sta affrontando tutto il mondo, è quella della cassa integrazione. Sono tanti i lavoratori ancora a bocca asciutta allora - si legge sul Corriere della Sera - arriva un'importante novità. Il nuovo decreto, infatti, prevede che in caso di mancata presentazione della domanda nei tempi previsti, a dover saldare il conto saranno le aziende. La novità, nel suo genere una piccola bomba, è nell’articolo 3 della bozza di decreto legge che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni in Consiglio dei ministri, quello annunciato per rifinanziare proprio la cassa e consentire di usare subito le quattro settimane previste per settembre a chi ha già consumato tutte le 14 finora possibili.

Dice l’articolo 3, testuale: «Il datore di lavoro è obbligato a inviare all’Inps tutti i dati necessari per il pagamento dell’integrazione salariale, secondo le modalità stabilite dall’istituto, entro la fine del mese successivo a quello in cui è collocato il periodo di integrazione salariale. Trascorso inutilmente tale termine il pagamento della prestazione e gli oneri a essa connessi rimangono a carico del datore di lavoro inadempiente". Le persone che aspettano ancora dovrebbero essere circa 200 mila. Non poche vista la drammaticità della situazione. Proprio per questo sarebbe stata inserita quella norma nel decreto legge che spinge (eufemismo) il datore di lavoro a rispettare i tempi.

Commenti
    Tags:
    coronavirusemergenza coronaviruscoronavirus italiacoronavirus newscassa integrazionecoronavirus aziendecoronavirus lavorocoronavirus aiuti economicicoronavirus governocoronavirus inps
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri





    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

    Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.