A- A+
Cronache
Cosenza, detenuti usavano il telefono in carcere: cinquanta indagati

Detenuti usavano telefono in carcere a Cosenza: 50 gli indagati

Sono 49 i detenuti del carcere di Cosenza indagati dalla Procura per uso del telefono cellulare. Il pubblico ministero, Domenico Frascino, ha iscritto sul registro degli indagati 50 persone in totale di cui, appunto, 49 detenuti nell'Istituto penitenziario "Sergio Cosmai".

Secondo l'accusa, i detenuti si sarebbero procurati i telefoni cellulari con una sim card per comunicare con l'esterno. La Procura ha fatto luce su 61 episodi che vedono coinvolti anche i familiari dei detenuti. I fatti contestati risalgono al periodo che va da ottobre 2022 a settembre 2023 periodo in cui ci sono stati anche importanti blitz antimafia come "Reset" che ha inferto un duro colpo ai clan confederati del Cosentino.

Tra gli indagati nell'inchiesta sull'uso dei cellulari ci sono anche Ottavio Marincola, considerato appartenente al clan di Ciro'; Mario Pranno, ritenuto uno dei boss di Cosenza fra gli anni 80 e 90; ma anche Nicola Campolongo, padre del piccolo Coco', ucciso brutalmente assieme al nonno.

LEGGI ANCHE: Carcere, droga e cellulare per i detenuti: 26 arresti, anche l'ex direttrice

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.