A- A+
Cronache
Delitto Scagni, 63 telefonate senza risposta all'Asl della madre del killer
Alberto Scagni e Alice Scagni

Delitto Alice Scagni, la responsabilità di medici e agenti di polizia

Emerge un dettaglio clamoroso sull'omicidio di Alice Scagni, la ragazza brutalmente uccisa a coltellate dal fratello Alberto il primo maggio del 2022. Dai tabulati telefonici risultano una marea di chiamate della madre dei due ragazzi per chiedere aiuto per il figlio. Ben sessantatrè telefonate al centro di salute mentale della Asl3 in un mese e mezzo, chiamate effettuate da Antonella Zarri. La prima chiamata della donna che compare nei tabulati - si legge su La Stampa - è datata 10 marzo 2022. L'ultima il 28 aprile, tre giorni prima dell'omicidio. Non tutte le 63 stringhe che compaiono nei tabulati corrispondono a conversazioni effettive. Ci sono telefonate senza risposta, o numeri occupati. Secondo i genitori, i continui tentativi di mettersi in contatto con i medici testimoniano la consapevolezza della gravità della situazione. Tentativi, secondo i due genitori, andati a vuoto e inascoltati.

Leggi anche: Omicidio Genova, Perrino: "Non basta la polizia, servono psicologi"

Leggi anche: “Un anno fa lasciati soli dallo Stato”, la mamma di Alice ricorda la tragedia

La stessa donna nei giorni scorsi aveva scritto una lettera aperta al marito di sua figlia Alice. "Caro Gianluca, Tu sei il marito di Alice. Mia figlia. Il padre di mio nipote - inizia la lettera - Ho atteso invano che tu smentissi le eccentriche esternazioni del tuo avvocato ma, evidentemente, o non hai il coraggio di farlo, o, peggio, le condividi. Ho deciso pertanto di scriverti questa lettera aperta per non consentirti più di nasconderti fin dal momento esatto in cui tua moglie è stata uccisa quasi sotto i tuoi occhi. Quasi, perché mentre lei era uscita a portare fuori il cane pur sapendo da noi delle minacce di Alberto, tu sei rimasto chiuso in casa. Hai detto che sarebbe stato compito tuo e io sono felice, credimi, che tu ti sia salvato. Ma ti chiedi perché non hai fatto nulla? Non hai nemmeno chiamato il 113. Non sapevi nulla?".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cronache genovaomicidio scagni
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Cronache

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


in vetrina
PIcchi fino a 40 gradi (ecco dove). Ma poi nubifragi e grandinate

PIcchi fino a 40 gradi (ecco dove). Ma poi nubifragi e grandinate





motori
Alpine sfida e delusione a Le Mans: ritiro doppio per guasti

Alpine sfida e delusione a Le Mans: ritiro doppio per guasti

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.