A- A+
Cronache
Firenze sempre più green, su strada altri 12 autobus ibridi

La città metropolitana di Firenze ha da oggi altri dodici nuovi autobus ibridi nella flotta Ataf Gestioni (Busitalia, Gruppo FS Italiane). All’inaugurazione il sindaco di Firenze Dario Nardella , Stefano Rossi  AD Busitalia, Stefano Bonora Presidente di Ataf Gestioni, e l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. I 12 nuovi autobus sono stati acquistati da Ataf Gestioni in applicazione del contratto ponte stipulato con Regione Toscana. L’investimento è di circa 3 milioni di euro, di cui circa il 54% finanziati dalla Regione. I nuovi autobus Mercedes Citaro C2 CHY, 12 metri ibridi, coniugano gli elevati standard prestazionali di confort e sicurezza del viaggio con le esigenze di una mobilità ecosostenibile, consentendo un ulteriore abbattimento dei consumi e delle emissioni inquinanti. Grazie all’utilizzo di un motore elettrico e di supercapacitori in abbinamento al tradizionale motore endotermico, sono in grado di accumulare energia durante il viaggio e di rilasciarla nel momento di massimo sforzo del motore, con conseguente riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. Inoltre, gli autobus sono dotati di un sistema di videosorveglianza a bordo a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale e di monitor che forniscono informazioni e notizie sul servizio di trasporto e sull’esperienza di viaggio. Negli anni, la rete di trasporto di Ataf Gestioni è stata completamente riorganizzata in funzione della progressiva messa in esercizio della rete tranviaria di Firenze con l’obiettivo di facilitare l’integrazione ferro/gomma e potenziare e migliorare il servizio pubblico in tutta l’area metropolitana di Firenze. I passeggeri trasportati sono passati da 85 milioni nel 2013 a oltre 95 milioni nel 2018: un trend in continua crescita a cui corrisponde anche un miglioramento del livello di soddisfazione della clientela. Gli interventi realizzati da Ataf Gestioni hanno portato a Firenze anche consistenti benefici a livello ambientale sia per effetto del rinnovo della flotta – con una riduzione stimata delle emissioni inquinanti di CO2 nell’atmosfera corrispondente a quelle prodotte da 2mila automobili - sia per effetto del maggior utilizzo delle persone dei mezzi pubblici per i propri spostamenti (oltre 10 milioni di viaggi in più all’anno sono stati effettuati con i servizi di trasporto pubblico). Al successo delle iniziative, oltre agli ingenti investimenti, che hanno superato i 50 milioni di euro di cui una parte stanziati dalla Regione, ha contribuito tutto il personale di Ataf Gestioni. Solo negli ultimi tre anni sono state fatte 250 nuove assunzioni. Nell’ambito dell’integrazione modale, gli interventi hanno spaziato dall’adozione di una nuova livrea coordinata con quella dei servizi extraurbani e ferroviari regionali Trenitalia alla smart card Unica Toscana, passando per l’integrazione dell’informazione alle fermate in tempo reale con quella dei servizi extraurbani. Una quota di investimenti importanti è stata destinata all’innovazione tecnologica per migliorare l’acquisto e l’uso dei titoli di viaggio: dall’aprile 2018 sono state emesse 70mila smart card Unica Toscana e circa 40mila Tessere Studente per l’Università degli Studi di Firenze con abbonamento ai servizi di trasporto. Inoltre, è stata aumentata la capillarità della rete di vendita con l’introduzione dell’acquisto online e la recente iniziativa Florence Cashless Experience, che consente di acquistare a bordo dei bus Ataf Gestioni con la carta di pagamento il biglietto Ataf&Linea a 1,50 euro (senza maggiorazione di prezzo). Le iniziative realizzate dal 2012 a oggi sono state indirizzate al miglioramento dell’efficienza dell’azienda e della qualità dell’esperienza di viaggio (prima, durante e dopo) con l’obiettivo di incentivare le persone a scegliere i servizi di trasporto pubblico collettivo per i propri spostamenti, condizione necessaria per una crescita sostenibile sotto il profilo economico e ambientale. Tra i primi progetti, “Salita Anteriore” che dal 2013, con l’arrivo dei primi autobus a due porte, ha modificato radicalmente le abitudini di utilizzo dei mezzi pubblici a Firenze. Infine, sono state attivate nuove partnership con importanti realtà territoriali che consentono agli abbonati di accedere a sconti e appuntamenti esclusi in occasione di eventi e mostre.

Commenti
    Tags:
    firenzegreenibridoautobusdario nardellaregione toscanamercedesemissioniataftrenitalia
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Dal Covid-19 alla gravidanza I calcoli alternativi di Gallera

    Coronavirus vissuto con ironia

    Dal Covid-19 alla gravidanza
    I calcoli alternativi di Gallera

    i più visti
    in vetrina
    ANNA TATANGELO, BIKINI DA INFARTO. Le foto da urlo in piscina

    ANNA TATANGELO, BIKINI DA INFARTO. Le foto da urlo in piscina


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    FORUM AUTOMOTIVE: il futuro è una mobilità più equilibrata

    FORUM AUTOMOTIVE: il futuro è una mobilità più equilibrata


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.