A- A+
Cronache
Francia, muore 22enne dopo il vaccino Reazione o allergia alimentare? Proteste

Rischiano di diventare incandescenti le manifestazioni francesi contro il Green Pass di questo sabato, dopo quelle della settimana scorsa. Più di 3.000 agenti saranno schierati nelle piazze di Parigi per seguire gli eventi di protesta. Nella capitale sono attesi dai 10.000 ai 30.000 manifestanti, nel resto della Francia si parla di 200.000 protestatari pronti a scendere nelle strade, sommando i manifestanti attesi nelle città dove sono state indette le proteste: Tolone, Bordeaux, Nizza, Marsiglia, Metz, Strasburgo, Besançon, Nantes e Pau. Digione, Montpellier, Nantes, Valence e Grenoble.

A infiammare la tensione la morte improvvisa di Maxime Beltra, giovane di 22 anni in perfetta salute che per recarsi in vacanza in Grecia con il Green Pass aveva deciso di farsi inoculare il vaccino qualche giorno fa. Nel suo caso aveva ricevuto il Pfizer/BioNTech: 9 ore dopo l'iniezione il ragazzo è morto per un edema.

Il padre di Maxime, Frederic, si è sfogato sui social descrivendo così la politica dei governi: “Sono pazzo di rabbia! È criminale commercializzare vaccini non certificati, che non sono stati verificati...”. Sul ragazzo è stata richiesta l’autopsia con l' apertura di un'inchiesta dalla Procura di Montpellier. Per il momento non è stato stabilito il legame tra la vaccinazione e la sua morte. La sera della vaccinazione il dramma, in un ristorante. I vigili del fuoco sono intervenuti per salvarlo ma la reazione è stata talmente violenta che c'è stato poco da fare. Nel dettaglio il ragazzo è morto per un angioedema (che si manifesta con un rapido gonfiore della pelle e delle mucose della testa e del collo). Quando era piccolo aveva sofferto di allergie alimentari, tra queste quella alle arachidi.

"Non sono un anti-vaccino”, ha commentato il padre, “non sottoscrivo questo approccio. Il mio è repubblicano. Credo nella polizia e nel sistema giudiziario. Voglio solo sapere cosa è successo. Forse la morte di mio figlio potrebbe essere utile per altre famiglie. Se possiamo evitare che questo accada a un altro bambino ".

Tuttavia una grave reazione allergica al vaccino dovrebbe verificarsi poco dopo l'inoculazione e non molte ore dopo. Il ragazzo potrebbe aver ingerito, in seguito alla vaccinazione, un alimento a cui era allergico. Per tanto l'intervento dell'autorità giudiziaria dovrà portare elementi di chiarezza sulla vicenda per capire se la causa è il vaccino, l'alimento forse ingerito o più cause concomitanti. Il padre Frederic: "Nostro figlio era un dio greco. (...) Non ha mai avuto edemi dall'età di 7 anni. Stava molto attento all'alimentazione”.

Non si placa lo choc nel Paese. La storia del 22enne ha fatto il giro del Paese, è impazzato sui social ed ha ulteriormente accesso le piazze. Molti hanno annunciato che porteranno il suo nome in piazza

A Parigi sono stati annunciati quattro eventi, due dei quali particolarmente attesi: quello indetto da Florian Philippot, portavoce del movimento Patriots, che lascerà Montparnasse, e quello che sarà alla partenza della stazione della metropolitana di Villers, in direzione di Place de la Bastille.

Sui social network sono stati lanciati anche appelli per una manifestazione sugli Champs-Élysées, stesso linguaggio usato dal movimento dei "gilet gialli" che qualche anno fa aveva incendiato la Francia. Parte della polizia sarà mobilitata sul percorso. Le autorità si aspettano manifestazioni composite e gruppi con profili eterogenei, così come è accaduto il fine settimana scorso, primo week end di protesta in Francia.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    morte maxime beltramaxime beltra vaccinoproteste francia green passproteste beltra franciacaso beltra vaccino allergia
    in evidenza
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi

    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

    Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C





    casa, immobiliare
    motori
    16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari

    16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.