A- A+
Cronache

Aggrediti da una tigre mentre facevano benzina: un morto e un ferito a Tiblisi, capitale della Georgia, dove la Polizia è dovuta intervenire per abbattere l'animale fuggito tre giorni fa dallo zoo della città dopo l'inondazione che domenica scorsa ha provvocato 19 morti nella repubblica ex sovietica.
Lunedì i responsabili dello zoo avevano assicurato che tutti gli animali fuggiti, tra cui leoni, orsi, tigri e coccodrilli, erano stati recuperati o uccisi dalle forze di sicurezza; ma la tigre si era rifugiata in una piscina abbandonata non distante dal luogo dove ha aggredito la vittima alla gola.

Nell'alluvione moltissimi gli animali dello zoo annegati: recuperato anche un ippopotamo, che dallo zoo aveva nuotato fino ad una piazza vicina completamente sommersa dall’acqua. Usati proiettili veri contro un leone ed un orso che sono stati uccisi dalla polizia, e contro una iena uccisa dopo che l’animale aveva cercato di attaccare una guardia di sicurezza nei pressi dell’università. Un coccodrillo sarebbe ancora in giro per la città semi sommersa dall’acqua.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
georgiazootigre
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari





casa, immobiliare
motori
Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.