A- A+
Cronache
Haggis, la 28enne conferma le accuse. La difesa: "Revocare la custodia"

Caso Haggis, il legale del regista chiede la revoca dei domiciliari

“Stiamo preparando l'istanza per chiedere la revoca della custodia domiciliare”. Così a LaPresse l'avvocato Michele Laforgia, difensore del regista e sceneggiatore canadese, premio Oscar, Paul Haggis, accusato di violenza sessuale da una 28enne straniera, e sottoposto a fermo il 19 giugno scorso a Ostuni (Brindisi), la città bianca pugliese in cui era atteso come uno dei principali protagonisti dell'Allora Fest che si è concluso il 27 giugno.

Il gip del tribunale di Brindisi, dopo l'interrogatorio del regista avvenuto il 22 giugno, non ha convalidato il fermo non ritenendo sussistente il pericolo di fuga, ma ha applicato la custodia per i pericoli di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. L'istanza di revoca della custodia, stando a quanto si apprende, dovrebbe essere depositata nelle prossime ore al gip del tribunale di Brindisi Vilma Gilli, di fronte alla quale si è svolto ieri l'incidente probatorio chiesto dai pm Antonio Negro e Livia Orlando, per raccogliere le dichiarazioni della donna, nel contraddittorio delle parti, dopo la denuncia presentata alla Squadra Mobile di Brindisi.

Nel corso dell'incidente probatorio, iniziato dopo le 15 e terminato dopo le 23, la donna stando a quanto reso noto dal suo legale Claudio Strata del foro di Torino, “ha confermato senza nessuna esitazione e incertezza il contenuto della denuncia”.

“Anche e soprattutto dopo l'esame della persona offesa, Paul Haggis, si dichiara completamente innocente ed estraneo a qualsiasi ipotesi di reato”, ha detto l'avvocato Michele Laforgia parlando con i giornalisti che hanno atteso fuori. “Siamo fiduciosi di restituire la libertà a Paul Haggis in tempi brevi e di poter chiarire, fino in fondo, questa vicenda”, ha sottolineato. “Ha reagito con l'apprensione di chi è accusato di un reato grave e al tempo stesso con la tranquillità di non averlo commesso”.

Caso Haggis, presunta vittima conferma senza esitazione le accuse

“La signora ha confermato senza nessuna esitazione e senza nessuna incertezza il contenuto della denuncia e questa è la cosa più importante”. Lo ha detto dopo l'incidente probatorio nel Tribunale di Brindisi l'avvocato Claudio Strata, legale della 28enne presunta vittima di violenza sessuale da parte del regista premio Oscar Paul Haggis.

“Dopo 8 ore e mezza lei è molto stanca e provata” ha detto l'avvocato, rispondendo però “no” a chi gli chiedeva se avesse avuto un crollo: “Ha chiesto un paio di volte di sospendere per avere un momento di riposo, per prendere un po' d'acqua e un caffè, ha tenuto molto bene”.

"Ci sono state tantissime domande. Lei ha risposto e ha chiarito tutti i dubbi che sono stati sollevati”, ha detto l'avvocato Strata. Siamo molto grati al lavoro della questura e della procura. Siamo solo all'inizio e credo che ci sarà un percorso non breve. Siamo rimasti a disposizione della procura e attendiamo fiduciosi gli sviluppi".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    domiciliaripaul haggis
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

    Guarda il video

    Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

    
    in vetrina
    Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

    Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini





    motori
    Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

    Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.