A- A+
Cronache
Il prete fa distribuire la comunione da una bimba: fedeli infuriati

La comunione data da una bimba. Scoppia la bufera in una chiesa nella Bergamasca

Il parroco di una chiesa della provincia di Bergamo è finito nel mirino dei fedeli e della sua stessa Curia per aver fatto distribuire la comunione a messa ad una bimba. I parrocchiani non credevano ai loro occhi quando si sono messi in fila per l'ostia e invece di trovarsi un sacerdote o una suora davanti si sono sentiti pronunciare la fatidica frase "il corpo di Cristo" da una bimba, una chierichetta. Don Eros Accorigi - si legge su Il Giornale - subito dopo la rivolta dei fedeli, ha spiegato che, a suo avviso, la bimbetta gli pareva "la più pura di cuore in mezzo a tanti peccatori" e ha anche raccontato da cosa fosse nata la sua scelta. "Ero rimasto senza ministro straordinario della Comunione. Ho pensato di chiedere alla bimba che mi stava servendo Messa come chierichetta".

Leggi anche: Strage di Brandizzo, un nuovo video cambia tutto. Operai avvisati del pericolo

Leggi anche: Vigile timbrava il cartellino in mutande. Ora riavrà il posto e gli arretrati

Ma dalla Curia - prosegue Il Giornale - sono intervenuti il vicario generale don Davide Pelucchi e l’ufficio liturgico, esortando il parroco a non ripetere più questo comportamento. Sembra che la reazione nei confronti di Don Eros sia stata inevitabile dopo l’indignazione espressa dai "puristi" del diritto ecclesiastico che lo hanno definito addirittura un "orrore liturgico", e anche dai fedeli più "laici" per i quali comunque una cosa del genere non è "né ammissibile né comprensibile". Le regole della Chiesa recitano: "A poter sostituire o aiutare il prete nella distribuzione dell’Eucarestia sono solo i ministri straordinari, ad esempio, le suore".

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.