A- A+
Cronache
"In Albania terra e ruspe e un centro rimpatri solo per 2mila migranti"

Migranti, la delegazione dem ad Affari: "In Albania terra e ruspe e un centro rimpatri solo per 2mila persone"

“In un momento in cui mancano soldi per la sanità e per il welfare del Paese si spendono 800 milioni di euro per uno spot elettorale di Giorgia Meloni”. Così ad Affaritaliani.it il deputato Matteo Orfini, in procinto di tornare dall’Albania, dove si è recato insieme ai colleghi del Partito Democratico Vincenzo Amendola, Matteo Mauri e Simona Bonafè per documentare i lavori nel luogo dove dovrebbe sorgere il Centro per i rimpatri dei migranti riguardo l'accordo fra governo italiano e albanese. Quello a cui la delegazione si è trovata davanti a Gjader però è stato differente dalle aspettative: “Una quindicina di operai, qualche ruspa, la strumentazione necessaria per i lavori ma nulla di costruito, e comunque niente di adeguato rispetto agli oltre 70mila mq di spianata su cui dovrebbe sorgere il centro” ha raccontato sempre ad Affaritaliani.it Matteo Mauri.

LEGGI ANCHE: Migranti, "Centri per il rimpatrio fuori controllo". L'inchiesta

Gjader

I deputati terranno una conferenza stampa domani alla Camera; nel frattempo, però, postano sui social un video del “blitz” oltre Adriatico. “Come avevamo denunciato durante il dibattito parlamentare, l’accordo con l’Albania non ha alcun senso, produrrà solo violazione di diritti umani e uno spreco di risorse immenso per un’opera che non riescono nemmeno a realizzare” spiega Orfini ad Affari. E c’è di più: “Il modello dei Cpr è sbagliato, ha dimostrato di non funzionare, ecco perchè andrebbero chiusi anche in Italia. E parliamo, ammesso che riescano a realizzare le opere - il termine previsto era il 20 maggio - di numeri residuali; 2000 persone su 240mila che arrivano”.

GUARDA IL VIDEO GIRATO IN ALBANIA

 

Qual è, allora, la proposta del Partito democratico per fronteggiare lo “spot” meloniano? “Noi diciamo no all’esternalizzazione delle frontiere: vogliamo una gestione ordinata dei flussi, la creazione di canali legali per l’immigrazione e il ripristino di un sistema di accoglienza diffusa che garantisca integrazione. Progetto, questo, che stava funzionando fino ai decreti Salvini” commenta Orfini. Ma l’ispezione, spiega la delegazione del Pd, è stata solo il primo passo: “Andiamo avanti con la richiesta di chiarimenti su questa vicenda, e presto parlamentarizzeremo il tutto con gli atti dovuti”.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn





motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.