A- A+
Cronache
La Russa, amica della vittima: "C'era qualcosa nel cocktail, ti ha drogata"

La Russa, l'amica della ragazza: "Volevo portarti via, dicevi lo amo"

Continuano ad emergere nuovi dettagli sul presunto stupro del figlio del presidente del Senato La Russa ai danni di una 22enne conosciuta in discoteca, che si è svegliata il giorno dopo nuda nel letto di Leonardo Apache senza ricordare nulla. "Ho paura di essere finita in una cosa più grande di me. Ma ho detto solo la verità, voglio affrontare questa vicenda sino alla fine". Dai tanti, lunghi messaggi che scambia dal letto stesso in cui l'ha lasciata Leonardo la mattina del 19 maggio, si comprende con chiarezza - si legge sul Corriere della Sera - che a convincerla di essere stata drogata è il racconto dell’amica con la quale era andata a ballare. "Amo (amore, ndr) mi sono risvegliata da La Russa... (...) ma che problemi ho... o mi hanno drogata. Non mi ricordo bene, non va bene, faccio troppi casini. Non sono normale, raccontami di ieri". Scrive all’amica. È solo il primo messaggio della chat che proseguirà finché non si recherà di pomeriggio nel centro anti violenze della clinica Mangiagalli. Leonardo è fuori dalla stanza quando l’altra le chiede a bruciapelo: "Tu sei da lui ora?", "Avete fatto sesso?", "scappa, scherzi, va’ via subito", quasi le "urla".

Leggi anche: La Russa scomodo per la maggioranza. Meloni prova a frenarlo, ma...

Leggi anche: La Russa Jr, niente "droga dello stupro". Il presidente del Senato testimone

Le racconta che a un certo punto della serata - prosegue Il Corriere - l’aveva vista perdere il controllo di sé stessa. "Amo penso che lui ti abbia drogata, ma tu non mi ascoltavi ieri» perché "sei corsa via e non ti ho più trovata". La ragazza è sconvolta: "Dio santo, davvero? Cosa è successo? Non ricordo nulla". Stava "benissimo", le spiega l’amica. Almeno "fino a quando lui ti ha offerto il drink, tu eri stata normale, eri stranormale. Avevamo fatto delle strisce (probabilmente di cocaina, ndr) anche lì all’Apophis", ma "non è quello che ti ha fatto diventare strana", perché "è dopo il drink che sei diventata strana strana. Lo continuavi a baciare", e "io ti ho chiesto se lui ti piacesse o meno, e tu mi fai "Sì lo amo" (...). La chat si interrompe. Riprende alle 15.18 quando la 22enne sta andando alla Mangiagalli: "Vado in ospedale. Sta venendo mia madre a prendermi". E l’amica le dà l’ultimo consiglio: "È giusto che denunci la cosa, però stai veramente attenta, suo padre è il presidente del Senato".

Proprio gli esami a cui la ragazza si è sottoposta ora sono decisivi. Dai primi esami svolti all’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano non risultano tracce significative di benzodiazepine. Ma dopo poche ore i microgrammi sono saliti al di sopra del livello in cui si certifica la positività. A rivelarlo oggi è La Verità, che parla anche delle altre sostanze prese dalla ragazza. Che prende lo Xanax mattina e sera e un antidepressivo come la fluoxetina. Ma anche la Quetiapina (un calmante) e il sonnifero Stilnox. Tra gli esperti c’è dibattito sulla possibilità che quanto assunto della ragazza possa riprodurre gli effetti della droga dello stupro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
figlio la russastupro leonardo la russa
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica





motori
Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.