A- A+
Cronache
Mafia, il figlio di Totò Riina torna a Corleone. Custodisce i segreti del boss

Mafia, la caccia al tesoro di papà Totò e la vendetta. I rischi

Salvo Riina, il terzogenito dell'ex capo della mafia Totò, ha deciso di tornare a Corleone e la notizia non è passata inosservata, visto che conserva tutti i segreti di Cosa nostra. Nel 2008 - si legge sul Corriere della Sera - ha finito di scontare una condanna a 8 anni per associazione mafiosa, un’indagine della squadra mobile, scoprì che il rampollo stava riorganizzando una cosca e intanto intratteneva tante relazioni con la cosiddetta "Palermo bene". Dopo il carcere, ha fatto un periodo di sorveglianza speciale, è stato anche in una casa di lavoro: nel 2017, quando morì il padre, la procura di Palermo scrisse che aveva ancora una "persistente pericolosità sociale". Due anni dopo, Riina junior è tornato del tutto libero, senza alcun obbligo. Ma è rimasto sempre lontano da Corleone.

Ma è soprattutto uno - prosegue il Corriere - il segreto che conosce il figlio di Riina. E riguarda il tesoro nascosto della sua famiglia. "Se recupero pure un terzo di quello che ho, sono sempre ricco", diceva il padre in carcere. Eccola, la parola chiave: "Recuperare", il tesoro. Magari per aumentare i dividendi mensili che arrivano periodicamente a Corleone. O per fare nuovi investimenti. Negli ultimi mesi, il vecchio Riina era preoccupato in carcere: per "quelli che hanno i beni miei e se li tengono, se li godono". Il segno dei tempi, in una stagione in cui Cosa nostra non è più forte come prima. E può accadere che persino il capo dei capi perda i contatti con i vecchi prestanome. Chissà se adesso il ritorno di Salvo Riina a Corleone fa paura a qualcuno.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mafia
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.